Zuckerberg in tribunale per difendere Oculus: "Non ha rubato tecnologie VR"

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 18 Gennaio 17 Autore: Stefano Fossati
Mark Zuckerberg in tribunale per difendere Oculus dall´accusa di avere rubato tecnologie innovative nell´ambito della realtà virtuale. In un´udienza tenutasi in un tribunale di Dallas (Texas), chiamato a testimoniare in merito alle accuse della società Zenimax Media su presunte violazioni della proprietà intellettuale, il fondatore di Facebook ha rivelato fra l´altro che, per acquisire Oculus, il suo gruppo ha speso tre miliardi di dollari e non due miliardi come ipotizzato dai media all´epoca dell´operazione, nel marzo 2014. Oltre a due miliardi per rilevare la società, Facebook ha infatti investito 700 milioni per trattenere i dipendenti e altri 300 milioni di bonus legati al raggiungimento di determinati target finanziari.

"Sono qui perché credo che (l´accusa) sia falsa e credo sia importante testimoniare su questo", ha detto in aula Zuckerberg. Prima dell´udienza, un portavoce di Oculus aveva spiegato a Cnbc che il gruppo e i suoi fondatori "hanno investito tempo e denaro nella realtà virtuale perché crediamo che possa trasformare completamente il modo in cui le persone parlano e comunicano. Siamo delusi dal fatto che un´altra azienda stia usando un procedimento legale inutile per cercare di prendersi il merito per una tecnologia di cui non aveva la visione, le competenze o la pazienza di costruire".

Zuckerberg in tribunale per difendere Oculus: "Non ha rubato tecnologie VR" - immagine 1

Secondo l´atto di accusa depositato da Zenimax Media, prima dell´acquisizione da parte di Facebook Oculus avrebbe rubato tecnologie utilizzate nel progetto del visore VR Oculus Rift assumendo John Carmack, uno dei cofondatori di id Software (una controllata di Zenimax), il quale avrebbe portato con sé proprietà intellettuali appartenenti alla società. Zenimax chiede un risarcimento di 2 miliardi di dollari; tuttavia non esisterebbero prove a supporto dell´accusa, dal momento che, secondo la stessa Zenimax, sarebbero state "distrutte". Carmack, per la cronaca, è una vera e propria leggenda nell´industria dei videogame, inventore del genere degli "spara spara" in prima persona portato al successo da titoli come Doom e Quake.

Ai giudici Zuckerberg ha detto che "come molti componenti della corte, prima non avevo mai sentito nominare Zenimax". Un´affermazione che potrebbe tuttavia rafforzare le argomentazioni dell´accusa, secondo la quale Facebook non ha condotto una "due diligence" approfondita prima di acquisire Oculus: in base ad alcune indiscrezioni, l´operazione sarebbe stata portata a termine nell´arco di un solo fine settimana.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE