Yahoo! colabrodo, rubati i dati di un altro miliardo di utenti

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 15 Dicembre 16 Autore: Stefano Fossati
Gli hacker infieriscono sul cadavere di quella che un tempo fu la più grande internet company mondiale: dopo il furto di dati degli utenti svelato lo scorso settembre, Yahoo! ha ammesso di aver subito una nuova violazione che avrebbe portato nelle mani di cybercriminali i dati relativi a oltre un miliardo di account personali.

L’attacco risalirebbe all´agosto del 2013 e avrebbe avuto una portata doppia rispetto a quello venuto alla luce nei mesi scorsi, riguardante i dati di 500 milioni di utenti e per il quale la stessa Yahoo! e le forze dell’ordine degli Stati Uniti hanno puntato il dito su non meglio precisati pirati informatici “collegati a governi stranieri”, come Russia e Cina. La violazione appena emersa avrebbe portato al furto di password, domande di sicurezza per il recupero delle credenziali, indirizzi email, date di nascita, numeri di telefono degli utenti. Anche in questo caso non dovrebbero essere stati toccati i dati di carte di credito e conti bancari.

Yahoo! colabrodo, rubati i dati di un altro miliardo di utenti - immagine 1

Per il gruppo di Sunnyvale si tratta di un nuovo pesantissimo danno di immagine che potrebbe avere gravi ripercussioni sull´accordo con Verizon, che ha acquistato Yahoo! per circa 4,8 miliardi di dollari e che ora potrebbe tornare a chiedere una revisione dei termini economici dell’intesa. Una nuova tegola che si abbatte sul bilancio non certo positivo della gestione di Marissa Mayer (nella foto), ex manager di Google e dal 2012 discussa CEO di Yahoo! che, dopo avere fallito l’obiettivo di rilanciare la net company, sta ora gestendo la cessione di quanto ne rimane: gli asset di maggior valore, oggi, sono Yahoo! Japan e una quota detenuta nel colosso cinese delle vendite online Alibaba. La stessa Mayer era finita al centro delle polemiche a settembre, dopo che il Financial Times aveva rivelato che la CEO era a conoscenza del furto dei dati di 500 milioni di utenti già da luglio, prima dell’accordo per la cessione di Yahoo! a Verizon, ma lo aveva comunicato ai clienti, alle autorità e all’acquirente solo a fine settembre.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE