Xbox One: retrocompatibilità poco sfruttata dai giocatori

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 17 Agosto 17 Autore: Matteo Tontini
La retrocompatibilità sembrerebbe una funzionalità molto apprezzata dai giocatori nostalgici dei titoli più vecchi, ma alcuni nuovi dati dimostrano che i possessori di Xbox One non trascorrono molto tempo davanti alle versioni compatibili dei giochi Xbox 360. Stando a quanto riportato da Ars Technica, che ha effettuato un sondaggio su circa 1 milione di utenti Xbox Live, sulla piattaforma ammiraglia di Microsoft soltanto l´1,5% del tempo di questi giocatori è dedicato ai titoli di Xbox 360. "Microsoft disse, alla fine del 2015, che i possessori di Xbox One avevano trascorso 9 milioni di ore davanti ai giochi Xbox 360 retrocompatibili sulla piattaforma, solo nel primo mese. Questo potrebbe sembrare un numero enorme, ma di media sono soltanto pochi minuti di tempo per le decine di milioni di utenti Xbox One là fuori", spiega Ars Technica, aggiungendo: "Nel nostro caso, i giocatori di Xbox One hanno trascorso circa 23,9 minuti davanti ai titoli retrocompatibili in 4,5 mesi".

Xbox One: retrocompatibilità poco sfruttata dai giocatori - immagine 1

Microsoft ha introdotto la retrocompatibilità nel 2015, estendendola soltanto a determinati giochi. L´annuncio a E3 riscosse un grandissimo successo e da allora, settimana dopo settimana, sono cominciati a emergere sullo store Xbox One i giochi di Xbox 360, uno alla volta. Ma nonostante l´hype iniziale, i numeri di Ars Technica dimostrano che i vecchi titoli non sono poi così giocati. Giusto per fare qualche altro esempio, sempre secondo tali dati, Call of Duty: Black Ops è stato il gioco più popolare per quanto riguarda il campione di utenti preso da Ars Technica, ma soltanto 3 su 1000 lo giocano. Ars Technica riferisce che "il tempo di riproduzione delle centinaia di giochi Xbox 360 compatibili sulla console next-gen è minore di quello di un titolo come GTA 5". Vale però la pena sottolineare che i numeri non si estendono fino ad aprile, quando Black Ops II è diventato compatibile con Xbox One e ha coinvolto un grandissimo numero di giocatori. All´inizio di questa settimana, Jim Ryan di Sony Interactive Entertainment Europe ha dichiarato che i giochi delle passate generazioni sono ormai "vetusti" e "perché mai qualcuno dovrebbe volerli giocare?"

La valutazione di Ryan sulla desiderabilità della retrocompatibilità è stata criticata ampiamente dagli appassionati di giochi classici, i quali sostengono che i titoli Suikoden II e FFVII siano ancora molto validi.

Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Videogames

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate