Vuoi un nuovo pc con Windows 7? Corri in negozio prima che sia troppo tardi

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 26 Ottobre 16 Autore: Stefano Fossati
Windows 10 non ti convince e vorresti acquistare un nuovo pc dotato del vecchio Windows 7? Allora affrettati: il 31 ottobre, infatti, Microsoft dichiarerà ufficialmente la “morte” di Windows 7 e Windows 8.1, almeno per quanto riguarda i produttori di personal computer. Dal 1° novembre l’unica versione di Windows che gli OEM potranno preinstallare sui loro dispositivi sarà appunto Windows 10. Ovviamente, i computer costruiti prima di quella data e dotati delle precedenti versioni del sistema operativo potranno essere vendute fino all’esaurimento delle scorte di magazzino.

Vuoi un nuovo pc con Windows 7? Corri in negozio prima che sia troppo tardi - immagine 1

La scadenza è stata ampiamente preannunciata dall’azienda e, nel caso di Windows 7, rappresenta un’estensione di un paio di anni rispetto al normale ciclo di vita dei sistemi operativi Microsoft, dovuta anche alle perplessità con cui fu accolto il successivo Windows 8/8.1. A differenza di quest’ultimo, Windows 7 conta ancora su un buon numero di estimatori, tanto da essere ancora la versione di Windows largamente più diffusa sui pc attivi nel mondo.

La fine della “vita commerciale” non significa comunque che Windows 7 e Windows 8.1 non saranno più supportati da Microsoft: il primo continuerà infatti a ricevere aggiornamenti di sicurezza attraverso Windows Update fino al 14 gennaio 2020, il secondo fino al 10 gennaio 2023. Fino a queste date, inoltre, coloro che acquisteranno un nuovo pc con preinstallato Windows 10 Pro (ovviamente con regolare licenza) potranno effettuare il downgrade rispettivamente a Windows 7 Professional e Windows 8.1 Pro seguendo le istruzioni riportate sul sito Microsoft.

L’operazione comporterà tuttavia il rischio che alcune delle periferiche più recenti non funzionino correttamente, dal momento che i produttori di hardware difficilmente svilupperanno driver per le versioni più datate di Windows. Emblematico il caso dei pc basati sui nuovi processori Intel Kaby Lake, che non supportano le versioni del sistema operativo precedenti a Windows 10: nulla proibisce di effettuare il downgrade a Windows 7 su questi dispositivi, ma in caso di (probabili) problemi e malfunzionamenti né Intel né Microsoft potranno fornire alcun supporto.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE