Un’estensione di Chrome cancella gli assassini dal web

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 28 Aprile 16 Autore: Stefano Fossati
Un’estensione di Chrome “cancella” gli assassini da internet. Il nuovo plugin per il browser di Google è stato realizzato nell’ambito della campagna “Zero minutes of fame” (zero minuti di notorietà), lanciata negli Stati Uniti per combattere il dilagare di atti di violenza compiuti con armi da fuoco.

“Puoi eliminare il nome e la foto dei killer dal tuo schermo e sostituirla con qualcosa che meriti davvero la tua attenzione: le vittime”, si legge nella descrizione del plugin. La campagna, sostenuta dall’agenzia pubblicitaria Ogilvy & Mather, non è legata all’analoga iniziativa “No notoriety”, ma si propone le stesse finalità. Lanciata dalla famiglia di un ragazzo ucciso nella strage di Aurora, in Colorado, dove nel 2012 un giovane sparò all’impazzata all’interno di un cinema, e supportata dai parenti di altre vittime di armi da fuoco negli Usa, “No notoriety” ha lo scopo di sensibilizzare i mass media sull’inopportunità di nominare e mostrare in continuazione gli autori delle numerose stragi compiute nel Paese, al punto da mitizzarli e renderli dei punti di riferimento agli occhi di potenziali folli emulatori.

Un’estensione di Chrome cancella gli assassini dal web - immagine 1

Una motivazione che, seppur condivisibile, rischia di apparire in contrasto con il dovere dei giornalisti di pubblicare tutti i dettagli relativi a fatti di cronaca di cui vengano a conoscenza. Sembra comunque che le campagne abbiano determinato una copertura mediatica più “responsabile” in occasione delle più recenti stragi avvenute oltreoceano.

Ovviamente nessun utente è obbligato a installare il plugin che “censura” nomi e immagini di sanguinari criminali sul proprio browser. Estensioni di questo tipo sono comunque diventate una forma “creativa” di critica ai media online e alla scelta dei loro contenuti: secondo la Cnn, in Rete si può facilmente trovare almeno una decina di plugin che filtrano o trasformano la parola “Trump” sulle pagine web o da Facebook: c’è quella che la sostituisce con “Drumpf”, ovvero il cognome originale del probabile candidato repubblicano alla Casa Bianca (dal suono certamente meno appealing), oppure quella che la rimpiazza con “your drunk uncle al Thanksgiving” (tuo zio ubriaco il giorno del Ringraziamento). Divertenti, forse, anche se non servono a frenare la corsa di Trump verso le Presidenziali americane.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE