The Machine, il super-computer basato sui fotoni

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 24 Dicembre 16 Autore: Fabio Ferraro
L´architettura che è alla base di computer e smartphone, nonostante i  netti miglioramenti tecnologici, non ha comunque subito cambiamenti sostanziali dai suo albori, oltre sessant´anni fa. Ma una rivoluzione sta forse per giungere ad opera di HP Enterprise, branca di HP Inc., che è riuscita a realizzare un prototipo di un super computer 8000 volte più potente dei pc tradizionali. L’azienda, che si occupa principalmente di progetti dedicati al mondo imprenditoriale, ha presentato a Londra “The Machine”, il primo calcolatore che sostituisce ai segnali basati sugli elettroni i fotoni. Annunciato già nel 2014, l’innovativo super computer di Hewlett Packard ha ottenuto, nelle prime simulazione pratiche, delle performance davvero sorprendenti, grazie ad nuova architettura, la MDC (Memory Driven Computing), finora sviluppata solo dal punto di vista teorico.

The Machine, il super-computer basato sui fotoni - immagine 1

Grazie a The machine si è potuto dimostrare che è possibile realizzare un pc sfruttando l’energia delle radiazioni elettromagnetiche (i fotoni appunto), sfruttando memorie veloci permanenti. Ciò permetterà di spostare nel minor tempo possibile tutte le informazioni tra le varie componenti del pc, consentendo di elaborare i dati 30 volte più velocemente di un odierno server commerciale e rendendo così possibile a più processori di accedere simultaneamente alla memoria di sistema senza eccessive perdite di dati. Al fine di poter sfruttare le potenzialità di questa architettura verrà utilizzata più memoria (sulla scala dei Terabyte) che garantirà una velocità di esecuzione finora inimmaginabile: i “Memristor”, chip capaci di non perdere l´innumerevole mole di dati memorizzati anche in assenza di alimentazione elettrica. La MDC ha sarà integrabile in diversi ambiti, a partire dai dispositivi dedicati all´internet delle cose, fine a giungere a server dedicati all´analisi di big data. Queste innovazioni apriranno nuovi orizzonti nel mondo della tecnologia informatica e introdurrà sul mercato dei miglioramenti prestazionali oggi impossibili da raggiungere, soprattutto nel mondo professionale.

The Machine, il super-computer basato sui fotoni - immagine 2

Non si sà quando e se HPE renderà disponibile questa architettura per il mercato, ma l´utilizzo di fotoni in sostituzione dei segnali elettrici tramite elettroni è comunque una svolta epocale per tutta la tecnologia informatica. HPE ha comunque dichiarato che intenderà integrare la tecnologia fotonica in diverse linee di prodotti.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE