Take My Things: il social transport degli oggetti

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 01 Maggio 17 Autore: Stefano Fossati
Nell’era della sharing economy e dell’app economy, una startup piemontese lancia in Italia il “social transport”: Take My Things è una piattaforma che consente, a chiunque abbia necessità di trasportare qualcosa da qualche parte, di trovare qualcuno disposto a farlo fra le tante persone che ogni giorno si spostano, con differenti mezzi di trasporto, e spesso hanno a disposizione dello spazio per trasportare piccoli oggetti. Un servizio utile, ad esempio, se si è lasciato a casa un documento importante, se si sono dimenticate le chiavi, se si deve recapitare un pacco: l’idea alla base di Take My Things è appunto quella di mettere in contatto attraverso l’app la domanda e l’offerta, vale a dire chi deve trasportare un pacco e chi è disposto a farlo, per trovare una soluzione nel più breve tempo possibile.

A dare vita alla società sono stati due amici, Guido Balbis e Francesco Demichelis, dopo che quest’ultimo aveva dimenticato a Saluzzo le chiavi della casa al mare e, non trovando una soluzione, era tornato indietro per 150 km per riprenderle. Take My Things è nata nel febbraio 2015 a Saluzzo ed è stata lanciata ufficialmente a gennaio 2016: i primi test sono stati condotti nel cuneese, prima della vera partenza a Torino e Milano. In pochi mesi la startup ha già fatto viaggiare oltre mille pacchi e oggi cresce ogni giorno a due cifre, con nuovi utenti che si iscrivono quotidianamente in tutta Italia.

Take My Things: il social transport degli oggetti - immagine 1

100 Buste Gpack Imbottite per spedizioni colore AVANA Con Pluriball 5 / E - Misure 220 X 265 - Buste bolle aria - Air bubble Bags Classic - BUSTE POSTALI 220 X 265 MM PEZZI AVANA 22X26 BUSTA POSTALE IMBOTTITA
Amazon.it: 10,00 €
Compra ora
Come funziona – Una volta scaricata gratuitamente l’app ed effettuata l’iscrizione al servizio, basta inserire l’oggetto, l’indirizzo di presa e di consegna, la data e l’ora massima per la consegna, oltre alla cifra che si è disposti a pagare. Fatto questo, Thake My Things incrocia i dati inseriti creando una rete che possa soddisfare le esigenze di trasporto dell’utente. Il modello di business, in fondo, non è così diverso da quello di Bla Bla Car, solo che, anziché le persone, la società piemontese fa viaggiare le cose.

Dal punto di vista dei potenziali “traportatori”, Take My Things è un’opportunità di business semplice e remunerativa, magari per gli studenti o per quanti non hanno un lavoro fisso e possono provare a guadagnare qualcosa. L’offerta viene indicata chiaramente da chi richiede il servizio ed è il trasportatore a decidere se accettarla; la transazione è lineare. I due fondatori sottolineano poi come Take my Things consenta di ottimizzare gli spostamenti e di fare del peer-to-peer un’opportunità ecofriendly.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE