Su Facebook arrivano le Storie, copiate da Snapchat

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 29 Marzo 17 Autore: Stefano Fossati
Dopo avere scopiazzato le funzionalità di Snapchat nelle sue varie app, da WhatsApp a Instagram a Messenger, Facebook spara la cartuccia più grossa nella sua sfida alla piattaforma social più amata dai giovanissimi: il gruppo di Mark Zuckerberg ha lanciato a livello mondiale Storie, un clone pressoché identico dell’omonima sezione di Snapchat, con cui è possibile pubblicare foto e video che scompaiono dopo 24 ore e rivederle con una serie di effetti speciali.

Su Facebook arrivano le Storie, copiate da Snapchat - immagine 1

La nuova funzione, sperimentata nelle scorse settimane in alcuni Paesi fra cui l’Italia, permette infatti di aggiungere alle immagini filtri o maschere, corrispondenti alle “lenti” di Snapchat, ad esempio sovrapponendo a un volto baffi, occhiali da sole o una barba “glitterata”, oppure dando a un video lo stile di un artista famoso, ad esempio Picasso.

Per accedere alla fotocamera con i nuovi effetti nell’app Facebook per Android o iOS basta effettuare uno “swipe” verso destra. Le immagini elaborate potranno essere condivise come Storia ma anche nel normale newsfeed del social network, o ancora inviate direttamente a gruppi o singoli “amici” grazie alla nuova opzione “Invia direttamente”: in questo caso foto e video si “autodistruggeranno” subito dopo essere stati visti dal destinatario, proprio come in Snapchat.

Su Facebook arrivano le Storie, copiate da Snapchat - immagine 3

Con le nuove funzionalità il social network più popolare al mondo – che attualmente conta oltre 1,7 miliardi di utenti attivi – punta a recuperare popolarità nella fascia più giovane dell’utenza internet, quella che appunto snobba Facebook preferendogli Snapchat: quest’ultima, secondo i dati ComScore, è utilizzata da quasi il 70% dei ragazzi americani fra i 18 e i 24 anni. Il colosso di Menlo Park tentò di acquisire Snapchat nel 2013 per tre miliardi di dollari, ma l’offerta venne rifiutata dal CEO e cofondatore della stessa Snapchat, Evan Spiegel: da allora Facebook ha tentato in tutti i modi di copiare la concorrente, anche con il lancio di app “clone” come Poke e Slingshot, che tuttavia non hanno mai preso piede e sono state successivamente ritirate. All’inizio di questo mese Snap, società proprietaria di Snapchat, è stata quotata in borsa a Wall Street con un’IPO che ha raccolto 3,4 miliardi di dollari.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE