Storia dei droni: dal primo Queen Bee ai super droni di oggi

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 12 Luglio 17 Autore: Fabio Ferraro
Quando si parla di droni  non si deve dimenticare che da oltre cento anni questo termine viene erroneamente associato a dispositivi di volo senza pilota UAV, in realtà può essere utilizzato anche per mezzi di terra in quanto variano secondo l’ambiente e lo scopo di utilizzo. Illustriamo  l´evoluzione dei droni, dal primo velivolo a pilotaggio remoto, cioè senza pilota, a quelli  super tecnologici odierni.

Storia dei droni: dal primo Queen Bee ai super droni di oggi - immagine 1
 
                      
Probabilmente, il nome dato a questi oggetti volanti  viene associato al “ronzio” prodotto durante il volo, che assomiglia a quello di un fuco (maschio dell’ape ma anche Alga marina con tallo laminare piatto e ramificato), oppure al fatto che i droni somigliano ad insetti cibernetici.

FPVRC RC Quadcopter Drone Camera X5C-1 Aereo Elicottero Giocattolo E l´altezza Attesa Funzione 2.4G Senza Testa Flip 3D Di Volo Dell´aeroplano Una Chiave Elicottero Casa Telecomando ( Bianco )
Amazon.it: 54,99 € - Prezzo scontato, stai risparmiando: 18,00 €
Compra ora
Il termine è di origine inglese a seguito del primo velivolo a pilotaggio remoto chiamato Queen Bee.  Ma il primo veicolo aereo da guerra senza equipaggio risale al 1849, gli austriaci attaccarono Venezia con delle mongolfiere senza pilota cariche di esplosivo.

Storia dei droni: dal primo Queen Bee ai super droni di oggi - immagine 3
Vicino al concetto di UAV moderno il Sopwith AT (1916, prima guerra mondiale), dove il professor A.M. Low progettò con l’aviazione britannica, un piccolo aereo carico di esplosivi da teleguidare (anche se non ha mai volato), dotato di un motore bicilindrico da 35 CV e un’autonomia di due ore (batterie).

Storia dei droni: dal primo Queen Bee ai super droni di oggi - immagine 4

Nel 1917 durante la 1° guerra mondiale, Elmer Sperry e Peter Hewitt, progettarono l’aereo radiocomandato Hewitt-Sperry Automatic Airplane detto flying bomb (bomba volante) precursore dei moderni missili Cruise, anche se mai utilizzato.

Storia dei droni: dal primo Queen Bee ai super droni di oggi - immagine 5
Il veicolo aereo di George de Bothezat venne soprannominato The Flying Octopus, ovvero la piovra volante, un quadrirotore costruito agli inizi del 1920 su commissione dell’esercito statunitense che annullò il programma nel 1924.

Storia dei droni: dal primo Queen Bee ai super droni di oggi - immagine 6









Larynx era un aereo britannico senza pilota usato come arma anti-nave, nato dai principi del professor A.M. Low. Fu testato con esiti positivi tra il 1927 e il 1929, ma mai utilizzato in guerra. L’attore britannico (anni 30) Reginald Denny, ottenne un contratto con l’esercito americano per la fabbricazione di droni radiocomandati (OQ-2 Radioplane). Ne furono fabbricati quindicimila e pubblicizzati dalla bellissima Marylin Monroe, come da foto sotto.

Storia dei droni: dal primo Queen Bee ai super droni di oggi - immagine 7
Dalla marina statunitense nel 1942 venne sviluppato il TDN-1 durante la Seconda guerra mondiale (non utilizzato in servizio). Ad oggi i droni sono dotati di telecamera e sensori controllati a distanza da un radiocomando e da un sistema di registrazione o di streaming video Wi-Fi. Li possiamo distinguere nelle seguenti categorie:

- Ad ala fissa
- Ad ala rotante
- Terrestri
- Acquatico
- Anfibio
- Ibrido
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate