Samsung Galaxy S8 e S8+: belli, intelligenti e carissimi

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 30 Marzo 17 Autore: Stefano Fossati
Inutile negarlo: al Lincoln Center di New York, sull’evento “Unpacked” organizzato da Samsung per presentare i nuovi Galaxy S8, aleggiava lo spettro del Galaxy Note 7, proprio quello spettro che la casa coreana vuole allontanare una volta per tutte con i due nuovi (e attesissimi) smartphone top di gamma: non è un caso se DJ Koh, presidente Mobile Communication di Samsung, abbia definito i Galaxy S8 e S8+ “un nuovo inizio per Samsung e per Galaxy”, dopo avere ammesso che “è stato un anno difficile per Samsung”. E non sfugge quanto, nella sua comunicazione, il colosso di Seul abbia sottolineato che qualità e sicurezza "sono e restano le nostre priorità", assicurando che i nuovi dispositivi sono stati sottoposti a test rigidi per dimostrarne la sicurezza.

Ma c’è anche l’ottimismo derivante dal fatto che i predecessori dei nuovi arrivati, i Galaxy S7 e Galaxy S7 Edge, hanno fatto registrare ottime performance di vendita, tamponando proprio l’assenza del Galaxy Note 7 nella stagione natalizia, in cui hanno tallonato i più recenti iPhone 7 e iPhone 7 Plus di Apple. I Galaxy S8 e Galaxy S8+, secondo Samsung, "ridefiniscono la categoria degli smartphone". Le caratteristiche, come spesso accade in questi casi, sono quelle ampiamente anticipate dai rumors degli ultimi mesi: display da 5,8 pollici per il primo e da 6,2 pollici per il secondo, in entrambi i casi con i lati curvi "edge" (niente più versione “flat”), e niente più tasto home, rimpiazzato da un’icona sullo schermo con sensore di pressione che fornisce un feedback tattile a vibrazione quando premuta. Il rapporto di forma 18,5:9, secondo la casa, facilita l’utilizzo di due app affiancate in multitasking: ad esempio si può guardare un video mentre si utilizza un’app di chat con una tastiera “full”.

Samsung Galaxy S8 e S8+: belli, intelligenti e carissimi - immagine 1

Nonostante l’aumento delle dimensioni dei display, le dimensioni generali dei dispositivi non cambiano granché rispetto alla serie S7: il Galaxy S8 è anzi leggermente più piccolo del Galaxy S7, mentre il Galaxy S8+ è appena più grande del Galaxy S7 Edge, rispetto al quale è però più leggero. La risoluzione del display resta la stessa dei precedenti modelli ma in entrambi i casi gli schermi risultano più brillanti.

Come da attese, fra le grandi novità dei due smartphone c’è l’assistente virtuale avanzato Bixby, basato sulla tecnologia di Viv, società acquisita da Samsung lo scorso anno e fondata dagli sviluppatori originari di Siri di Apple: peccato che, al momento del lancio, “parlerà” soltanto inglese (americano) e coreano, mentre il supporto alla lingua italiana arriverà solo a fine anno. Bixby viene attivato tramite un pulsante laterale dedicato e permette di controllare a voce dieci app integrate, fra cui messaggi, fotogallery e previsioni del tempo. Come Google Assistant – e a differenza di Siri, Google Now e S-Voice della stessa Samsung – è “context aware”, il che significa che può rispondere a una domanda dell’utente con un’altra domanda per chiarire i contenuti della richiesta, oltre a poter “riconoscere” quanto viene visualizzato sullo schermo del dispositivo. Con Bixby gli utenti possono interagire con lo smartphone usando contemporaneamente comandi vocali e touchscreen: ad esempio possono chiedere a voce di visualizzare le foto scattate in un certo giorno, selezionare con un tap quelle desiderate e poi chiedere di inviarle a un amico.

Samsung Galaxy S8 e S8+: belli, intelligenti e carissimi - immagine 3

Bixby può anche identificare oggetti inquadrati con la fotocamera del dispositivo, magari per stabilire dove ci si trova grazie al riconoscimento di un punto di riferimento oppure per sapere quando costa un certo prodotto e acquistarlo direttamente online. L´assistente vocale può anche controllare Google Play Music, ma in futuro (anche se non è ancora stato comunicato quando) Samsung intende renderlo accessibile a terze parti in modo da renderlo compatibile con il maggior numero possibile di app.

La serie Galaxy S è sempre stata un punto di riferimento per quanto riguarda il comparto fotografico e i Galaxy S8 non fanno eccezione: la risoluzione della camera posteriore resta di 12 megapixel, ma grazie alla tecnologia multiframe promette nitidezza e contrasto ancora superiori combinando per ogni foto i dati di tre scatti presi in rapidissima sequenza; inoltre sono disponibili nuovi filtri e sticker.

I Galaxy S8 e Galaxy S8+ integrano poi diverse tecnologie biometriche per la sicurezza del dispositivo: il riconoscimento dell’iride può essere utilizzato per sbloccare lo smartphone, verificare il proprio account ed effettuare il login nei siti web, il lettore di impronte digitali (che ora si trova sul dorso, accanto alla fotocamera) può sbloccare il dispositivo e autorizzare i pagamenti con Samsung Pay (non ancora disponibile in Italia), infine il riconoscimento del volto può essere anch’esso utilizzato per lo sblocco.

Samsung Galaxy S8 e S8+: belli, intelligenti e carissimi - immagine 4

All’interno dei nuovi smartphone c’è un processore Samsung Exynos 8895 octa-core con tecnologia a 10 nm (in alcuni altri mercati viene invece adottato il Qualcomm Snadragon 835 con caratteristiche analoghe) che promette un’ottimizzazione dei consumi energetici a vantaggio dell’autonomia della batteria. Batteria che è da 3000 mAh sul Galaxy S8 e da 3500 mAh sul Galaxy S8+, in entrambi i casi con supporto alla ricarica rapida (anche wireless): Samsung assicura una maggiore durata nel tempo delle batterie rispetto al passato, tanto che, dopo un anno di utilizzo, dovrebbero avere ancora il 95% della capacità originale. Presenti 4 GB di RAM e 64 GB di storage (espandibili con microSD fino a 256 GB), confermato il connettore audio da 3,5 mm. A proposito di audio, Samsung si è avvalsa della collaborazione con AKG, che firma le cuffie in dotazione ai due smartphone, dotati a loro volta di altoparlanti dinamici a due vie. Confermata l’impermeabilità con certificazione IP68.

Sul fronte software, il sistema operativo è ovviamente Android 7 Nougat con interfaccia Grace UX rinnovata rispetto ai precedenti modelli. Debutta anche l’attesa funzionalità Samsung DeX, che permette di collegare lo smartphone a un display esterno tramite un’apposita dock per utilizzarlo come un personal computer, aggiungendo una tastiera e un mouse.

Samsung Galaxy S8 e S8+: belli, intelligenti e carissimi - immagine 6

Il Galaxy S8 e il Galaxy S8+ saranno in vendita dal 28 aprile, ma le prenotazioni sono già aperte. Come anticipato, i prezzi crescono di un centinaio di euro rispetto a quelli di lancio dei Galaxy S7: 829 euro per il modello “base” e 929 euro per quello “+”. Le colorazioni disponibili in Italia, almeno inizialmente, saranno Black, Silver e Orchid Grey.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE