Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 23 Settembre 17 Autore: Fabio Ferraro
Il nostro mondo digitale in mobilità ruota attorno alla connettività fornita da una SIM dati o da una rete LAN (wired), in caso di un  dispositivo con la scheda di rete si usa il cavo con il plug RJ45 che deve essere fornita da un punto di accesso Wi-Fi.


Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone - immagine 1
Il punto di accesso alla "nuvola" per dispositivi privati,  gratuito o a pagamento che sia,
in alcuni casi viene condiviso in modo pericoloso e senza protezione.
Entrano in gioco AP (Access Point) e HOTSPOT, è quindi indispensabile  riuscire ad analizzare le reti Wi-Fi con il proprio smartphone e conoscere quali strumentti consentono di accedere a tale servizio.



Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone - immagine 2
In termini di potenza come si distinguono i dispositivi che consentono di fornire
il servizio Wi-Fi?  Nel mondo ICT  con la sigla IEEE 802.11 si definisce un gruppo  standard per la trasmissione delle reti WLAN (wireless local area network), a cui è associato l´11
proprio perchè progettato dal gruppo 11 del comitato IEEE 802 (Institute of Electrical
and Electronics Engineers
).
Di questo standard esistono varie versioni mirate a livello fisico e MAC del modello ISO/OSI (livello uno e due)  sia per  l´interfaccia tra client e base station (o AP) sia tra client wireless. Può essere facile  confondersi  con la sigla 802.11 e la 802.3 dello standard Ethernet o la 802.15 del Bluetooth.  Con il passare del tempo i dispositivi in termini di caratteristiche tecniche si distinguono per le sigle a cui sono associati.

Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone - immagine 3
Ovviamente più è alta la velocità più è potente il dispositivo, quindi dalla nostra tabella deduciamo che lo standard 802.11ac è il migliore di quelli illustrati. In caso di rete cablata abbiamo già visto un´ottima utility per l´analisi quale  Overlook Fing.

Passiamo quindi a  presentarvi le  tre fantastiche app da noi scelte per l´analisi delle reti WI-Fi : Wi-Fi Analyzer, NetX- Network Discovery Tools, Speedcheck Pro.

Wi-Fi Analyzer

Wi-Fi Analyzer è un app, disponibile per dispositivi Android, che consente di acquisire numerose informazioni sui segnali degli access point presenti nelle vicinanze. Grazie ad un layout semplice e minimale e alla presenza di grafici aggiornati in real time, sarà facile consultare i dati offerti da questo prodotto. Wi-Fi Analyzer è strutturato in più schede che potranno essere visualizzate effettuando uno swype verso i lati. All’avvio, l’app si apre sulla scheda “Grafico Canale”, contenente informazioni sulla potenza dei segnali di ogni access point rilevato dal nostro smartphone (in dBm). Questi dati saranno mostrati attraverso un grafico a dispersione e il segnale di ogni access point sarà contraddistinto da un colore diverso. Grazie alla visualizzazione del mac address potremo, inoltre, distinguere le reti wi-fi clonate.



La scheda “indicatore segnale” mostrerà la potenza del segnale di ogni access point. Potremo attivare un segnale acustico che, a seconda della cadenza dei bip, ci indicherà la potenza del segnale.



 “Elenco AP” ci permetterà di visualizzare informazioni dettagliate sugli access point rilevati, tra cui SSID, Mac Address, canale utilizzato, produttore, tipologia di sicurezza e banda.



La schermata “Valutazione Canale” indicherà il canale dell’access point che offre il segnale più pulito.


Infine “grafico temporale” mostrerà un grafico contenente lo storico dei segnali relativi agli access point individuati dallo smartphone.

Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone - immagine 8

Sono inoltre presenti diverse impostazioni che miglioreranno la consultazione delle informazioni offerte dall´app.

NetX- Network Discovery Tools

NetX- Network Discovery Tools è uno strumento, per utenti Android, che consente di gestire i dispositivi connessi ad una rete e reperirne informazioni. All’avvio dell’app verrà scansionata la rete, alla ricerca di tutti i dispositivi ad essa connessi.

Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone - immagine 9

Tappiamo ora su uno dei dispositivi individuati. Sarà così possibile conoscerne indirizzo IP e Mac Address, il vendor, l’host name e il dominio di cui fa parte. Informazioni aggiuntive, nel caso in cui selezionassimo un dispositivo mobile, saranno la versione della build e del sistema operativo e il codice modello. Potremo inserire una nota per ogni dispositivo, in modo da riconoscerlo facilmente, inviarvi ping e visualizzare report. Potremo, inoltre effettuare lo scan di tutte le porte, e visualizzare e attivare i servizi attivabili (WOL e SSH).

Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone - immagine 10
Dalla home, tappando sull’icona a forma di penna posta nella parte inferiore della schermata potremo gestire i dispositivi, aggiungerne di nuovi manualmente ed esportare i risultati della scansione CSV.

Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone - immagine 11
Tappiamo sull’icona hamburgher per aprire il menu di navigazione dell’app. Da qui avremo accesso alle altre funzionalità offerte:

-       “Info Connessione” offre strumenti per monitorare, in tempo reale, la rete a cui siamo collegati (ottenendo informazioni quali la velocità e la stabilità di segnale)

-       “WiFi Scan” consente di ottenere informazioni su tutti gli access point rilevati dal nostro dispositivo (tra cui il canale utilizzato e la crittografia)

-       “Ping” e “Scan Porte” permettono di testare una macchina con un determinato indirizzo ip

-       “Esporta dati in CSV” e “Importa dati da CSV”, rispettivamente creano o importano i report relativi alle nostre scansioni

-       “Backup DB” e “Restore DB” consentono di creare o ripristinare un backup del database contenenti informazioni sulla rete

-       “Impostazioni” permette infine di settare la localizzazione dell’app, l’aspetto grafico, gli intervalli di scansione e altre opzioni.

Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone - immagine 12L’app è affidabile e graficamente accattivante ma non adatta a dispositivi meno performanti.


Speedcheck Pro è un´app per dispositivi Android in grado di effettuare test, anche pianificati, su reti mobile e Wi-Fi. L’interfaccia grafica, ben organizzata e localizzata in italiano, è suddivisa in 5 schede. Tappando sul tasto “Prova” presente nella scheda “Velocità”, potremo avviare un test manuale (nel caso di una connessione a consumo, l’app ci chiederà se vogliamo porre un limite alla quantità di dati scambiati).

Quali app utilizzare per l'analisi di reti Wi-Fi con lo smartphone - immagine 14
I risultati del test mostreranno ping, velocità in download e upload e indirizzi IP (interno ed esterno). Cinque icone indicheranno le capacità prestazionali della nostra rete per i servizi usufruibili attraverso internet: email, navigazione, gioco, streaming e video chat.  Se l’icona sarà di colore verde, potremo utilizzare senza alcun problema il servizio mentre, il colore rosso indicherà gli strumenti che, causa latenza, non funzioneranno perfettamente.  
 
Passiamo alla scheda “Programma” per settare la pianificazione dei test. Tappiamo sul tasto “+” per indicare l’ora e la data del primo test. Impostiamo infine la ripetizione per automatizzare ulteriori scan. Abilitando la tempistica precisa, avremo la certezza che i test presettati siano effettuati ma, per far ciò, dovremo disabilitare l’ottimizzazione della batteria per l’app “SpeedCheck Pro” dalle impostazioni di sistema. Infine, sarà possibile abilitare l’attuazione di un test ogni volta che ci connetteremo ad una nuova rete.


Nelle schede “Risultati” e “Analisi”  visualizzeremo la cronologia dei test e otterremo esaustive statistiche sulle reti utilizzate.


Infine, da “Impostazioni” potremo modificare i limiti di upload e download utilizzando pacchetti mobile ed esportare o eliminare i risultati dei test. Registrandosi al servizio SpeedSpot, si ha la possibilità di salvare nel cloud i risultati in modo da sincronizzarli sul nostro dispositivo.


La capacità di programmare test è una peculiarità che dà sicuramente un valore aggiunto a Speedcheck Pro.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE