Ora Google ti aiuta a evitare le code in negozi e ristoranti

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 22 Novembre 16 Autore: Stefano Fossati
Google aggiunge un nuovo servizio ai tanti già disponibili sul suo motore di ricerca: l’indicazione degli orari di maggiore affollamento di negozi e pubblici esercizi. Giusto in tempo per il Black Friday e l’inizio del periodo “caldo” dello shopping natalizio.

Come funziona? Basta cercare su Google o su Google Maps (sia sul web sia sulle app per il mobile) il nome di un rivenditore, un locale, un ristorante o un supermercato: fra le informazioni relative all’azienda che saranno visualizzate, in basso (sulla versione mobile bisogna cliccare su “Altre informazioni su…”) viene mostrata la voce “Orari con il maggior numero di visite”, che presenta un grafico a barre con le previsioni, per ogni giorno della settimana, dei momenti di maggiore affollamento. Inoltre viene indicato in tempo reale – con una barra evidenziata in rosso - il livello di visitatori presenti nel momento della consultazione.

Ora Google ti aiuta a evitare le code in negozi e ristoranti - immagine 1

Sotto, a completare l’informazione, i calcolo del tempo medio di permanenza dei clienti nell’esercizio in questione. Insomma, se dovete fare acquisti ma andate di fretta, prima di ritrovarvi in coda al bancone date un’occhiata a Google, in modo da pianificare le visite ai vari negozi nei momenti più favorevoli. Si tratta più o meno dello stesso servizio che Waze (altra applicazione di Mountain View) offre agli automobilisti per evitare code e ingorghi, solo che in questo caso non vengono prese in considerazione strade e autostrade ma luoghi di shopping e intrattenimento.

Le indicazioni sono elaborate automaticamente sulla base dei dati, raccolti in maniera anonima, sulla permanenza nei vari esercizi commerciali degli utenti (e sono numerosi) che hanno acconsentito a fornire a Big G la propria localizzazione tramite smartphone: per questo, se i dati in possesso di Google su una determinata impresa non sono sufficienti a stabilire una statistica attendibile, il riquadro con gli “Orari con il maggior numero di viste” potrebbe non essere disponibile nei relativi risultati di ricerca. Per evitare imprecisioni o – peggio – manipolazioni, non è invece prevista la possibilità, per l’esercente, di aggiungere manualmente sulla piattaforma di Google i dati di affollamento per la propria azienda.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE