Mercury il BlackBerry "cinese" che segna il ritorno della tastiera fisica

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 26 Gennaio 17 Autore: Stefano Fossati
Sarà presentato il 25 febbraio al Mobile World Congress di Barcellona il primo smartphone della “nuova” BlackBerry. Vale a dire il primo dopo che la casa canadese ha annunciato che non produrrà più direttamente i suoi dispositivi, ma ne affiderà la realizzazione a un licenziatario esterno. La data è stata svelata su Twitter da BlackBerry Mobile che non fa riferimento esplicito al Mobile World Congress, anche se il 25 febbraio è guarda caso il giorno dell’apertura dell’evento spagnolo.

Mercury il BlackBerry "cinese" che segna il ritorno della tastiera fisica - immagine 1

Il nuovo BlackBerry, conosciuto al momento con il nome in codice Mercury (ma il nome commerciale definitivo potrebbe essere diverso), ha già fatto la sua comparsa sottoforma di alcuni esemplari di preserie mostrati nelle scorse settimane al CES di Las Vegas: la principale caratteristica sarà il ritorno della classica tastiera fisica tanto amata dai fan del marchio, sulla quale è anche possibile fare “swipe” orizzontalmente o verticalmente rispettivamente per scorrere le varie schermate e per fare scrolling sul contenuto visualizzato sul display. La barra spaziatrice della tastiera integra inoltre il lettore di impronte digitali. Presenti inoltre la porta USB-C e il connettore audio da 3,5 mm. La scocca è in alluminio, rivestita nella parte posteriore da un materiale morbido al tatto per migliorare la presa; sul bordo destro vi è un tasto programmabile dall’utente per lanciare velocemente le app utilizzate più frequentemente.

Mercury il BlackBerry "cinese" che segna il ritorno della tastiera fisica - immagine 2

Non si conoscono al momento le specifiche tecniche e il prezzo di Mercury, che dovrebbe arrivare sul mercato fra la fine di febbraio e l’inizio di marzo: le indiscrezioni parlano di un display da 4,5 pollici con risoluzione 1680x1080 e di un processore Snapdragon 821 affiancato da 3 GB di RAM. Sicuramente il sistema operativo sarà Android nella più recente versione 7 (Nougat), arricchito delle tradizionali app e funzionalità BlackBerry per la sicurezza. A curare il progetto e la produzione del dispositivo è la cinese TCL, che ha acquisito in licenza il marchio e i brevetti dell’azienda canadese in ambito hardware e prevede di realizzare una gamma di smartphone BlackBerry che copra tutte le possibili fasce di prezzo, al vertice della quale dovrebbe posizionarsi proprio il Mercury.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE