Mark Zuckerberg presenta i guanti per la realtà virtuale. Ma Oculus non decolla

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 13 Febbraio 17 Autore: Stefano Fossati
Oculus VR, la società controllata da Facebook specializzata in hardware per la realtà virtuale, si prepara a far ”toccare con mano” questa tecnologia grazie a dei guanti che consentiranno di interagire con gli oggetti “virtuali” visualizzati con il visore Oculus Rift: il CEO del social network, Mark Zuckerberg, ha infatti pubblicato (ovviamente su Facebook) le immagini di una sua visita condotta nei giorni scorsi proprio nel laboratori di Oculus, una delle quali lo ritrae mentre sperimenta i guanti attualmente in fase di sviluppo.

Mark Zuckerberg presenta i guanti per la realtà virtuale. Ma Oculus non decolla - immagine 1

"Stiamo lavorando su nuovi modi per portare le mani nella realtà virtuale e aumentata", ha scritto Zuckerberg; "Indossando questi guanti si può disegnare, scrivere su una tastiera virtuale e anche sparare ragnatele come Spider Man". Lo stesso numero uno di Facebook lascia però intendere che questi guanti non dovrebbero essere lanciati sul mercato in tempi brevi: "Gli Oculus Rift – aggiunge infatti - sono già la migliore esperienza di realtà virtuale che si può acquistare. La tecnologia in fase di sviluppo in questo laboratorio mi fa desiderare che il futuro arrivi molto prima".

Il post di Mark Zuckerberg è arrivato il giorno dopo che i media statunitensi hanno riportato che la società sta smantellando circa 200 dei 500 “pop-up” dimostrativi del visore Oculus Rift allestiti nei grandi magazzini Best Buy in tutti gli Stati Uniti: una decisione che in Facebook spiegano essere legata a semplici “cambiamenti stagionali”, ma che molti leggono come un segnale delle difficoltà che Oculus Rift starebbe incontrando sul mercato. A frenare le vendite sarebbe il prezzo elevato (circa 600 dollari negli USA, cui va necessariamente aggiunto un pc con caratteristiche hardware “hi-end”), ma non solo, se sono veri i dati non ufficiali pubblicati da SuperData, società di ricerche sul mercato dei videogame, secondo la quale nel 2016 sono stati venduti 250mila Oculus Rift ma anche 420mila Vive, visore VR di HTC ancora più costoso (circa 900 dollari).

E sarebbe proprio per superare le difficoltà di Oculus che Facebook ha assunto poche settimane fa il “supermanager” brasiliano Hugo Barra, già vicepresidente della divisione Android di Google e artefice negli ultimi tre anni del lancio internazionale del produttore cinese di smartphone Xiaomi. Scomparso dalle scene, invece, il fondatore di Oculus VR Palmer Luckey: Facebook conferma che lavora ancora nella società, ma non ne specifica il ruolo. Del resto la sua popolarità all’interno del gruppo, già non altissima a causa di certi suoi atteggiamenti “sopra le righe”, è letteralmente crollata dopo che, lo scorso anno, venne a galla il suo impegno a supporto della candidatura di Donald Trump alla Casa Bianca.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE