Lo smartphone "condiviso" è un flop, ZTE cancella la campagna Kickstarter

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 20 Febbraio 17 Autore: Stefano Fossati
Lo smartphone Hawkeye di ZTE non vedrà mai la luce, perlomeno non nella forma che era stata annunciata. La casa cinese ha infatti anticipato di un giorno la chiusura della campagna di crowdfunding lanciata su Kickstarter per il dispositivo – originariamente denominato Project CSX – dopo averne constatato l’insuccesso: complessivamente sono stati raccolti infatti solo 36.245 dollari, contro i 500mila fissati come obiettivo per la realizzazione del progetto, rivelatosi in ogni caso un vero esperimento di crowdsourcing applicato alla telefonia mobile.

Per definire alcune caratteristiche di Hawkeye, la casa aveva infatti chiesto il contributo e l’approvazione degli utenti del suo forum Z-Community: quelle che i fan avevano mostrato di gradire di più erano la scocca con la parte posteriore “autoadesiva” (in grado di aderire su superfici piane) e la tecnologia di “eye tracking” (rilevamento dello sguardo), pensate per consentire l’uso del device a mani libere. Il flop della campagna, stando ai feedback degli utenti citati da ZTE, sarebbe dovuto alla delusione relativa alle specifiche di fascia media dello smartphone, il cui lancio era previsto per il mese di settembre 2017 al prezzo di 199 dollari: in base a un sondaggio online, ad esempio, quasi metà dei partecipanti avrebbe preferito un processore Snapdragon 835 al posto del previsto – e meno performante – Snapdragon 625.

Lo smartphone "condiviso" è un flop, ZTE cancella la campagna Kickstarter - immagine 1

Per questo ZTE – si legge nel post pubblicato su Kickstarter – sta ora valutando la possibile implementazione della scocca “autoaderente” e dell’eye tracking in un dispositivo con caratteristiche premium; ma difficilmente potrà essere realizzato negli stessi tempi previsti originariamente per Hawkeye. La casa aveva annunciato Project CSX per la prima volta al CES di Las Vegas, a gennaio 2016.

Come stabilito dalle regole di Kickstarter, la casa rimborserà integralmente i 180 utenti che avevano sottoscritto la campagna di crowdfunding, avviata lo scorso agosto; nelle ultime settimane, visto l’andamento della raccolta fondi, alcuni degli stessi sostenitori sulla piattaforma avevano pronosticato la cancellazione del progetto.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE