Lite: Facebook lancia in Italia l'app "leggera" e amplia il Safety Check

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 09 Febbraio 17 Autore: Stefano Fossati
Facebook lancia anche in Italia (e in altri tre Paesi) la versione "Lite" della sua app per dispositivi mobili, pensata inizialmente per i Paesi in via di sviluppo dove le connessioni alle reti cellulari sono più lente e costose. L´app Facebook Lite in realtà potrebbe essere presa in considerazione anche da quanti non hanno problemi di connessione, dato che - a differenza della pesante app "classica"- si caratterizza per un minore utilizzo di dati.

Lite: Facebook lancia in Italia l'app "leggera" e amplia il Safety Check - immagine 1
Disponibile per i dispositivi Android, l´app Lite di Facebook supporta 55 lingue (è ora disponibile anche in Israele, Corea del Sud ed Emirati Arabi Uniti, oltre che da noi), si installa più velocemente e funziona anche con connessioni internet 2G e con smartphone datati. Obiettivo di Facebook è ovviamente quello di rendere universalmente utilizzabile la sua app mobile, che secondo la società ha raddoppiato il numero di utenti in meno di un anno arrivando a servire più di 200 milioni di persone al mese in tutto il mondo.

Contemporaneamente il social network ha annunciato un ampliamento della funzione Safety Check, che viene attivata in caso di eventi tragici o calamità naturali per consentire agli utenti di segnalare ad amici e parenti il proprio stato: viene infatti introdotto "Community Help", che in caso di attivazione del Safety Chek permetterà agli utenti di trovare e fornire aiuto sottoforma ad esempio di cibo, alloggio o trasporto.

Lite: Facebook lancia in Italia l'app "leggera" e amplia il Safety Check - immagine 2

Introdotto nel 2014, Safety Check è stato utilizzato in questi anni da migliaia di persone che hanno potuto far sapere ai loro amici e familiari di essere al sicuro e di stare bene a seguito di eventi come attentati terroristici (come a Parigi, Bruxelles, Nizza e Berlino) o terremoti, compresi quelli che hanno colpito il centro Italia l´estate scorsa. "Niente ha più importanza della sicurezza delle persone, specie durante un momento di crisi", ha scritto Preethi Chethan, product designer di Facebook. Per le prime settimane la funzione sarà disponibile in Stati Uniti, Canada, Australia, Nuova Zelanda, India e Arabia Saudita; "Non appena avremmo più informazioni in merito a come le persone utilizzano il prodotto - fa sapere Facebook - cercheremo di migliorarlo e lo estenderemo a tutti i Paesi aggiungendo diversi tipi di incidenti".
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE