Le startup più promettenti dell´hi-tech made in Italy

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 15 Maggio 17 Autore: Stefano Fossati
Il futuro dell’hi-tech made in Italy passa dalla miriade di startup che, nonostante le difficoltà (fiscali e normative in primo luogo) continuano a svilupparsi un po’ in tutto il Paese, grazie anche al supporto di alcuni “incubatori”. Fra questi, uno dei più importanti è Digital Magics: la società fondata dal compianto Enrico Gasperini, che conta oggi sei sedi in Italia, ha organizzato pochi giorni fa a Milano al Talent Garden Calabiana il “Demo Day for Startups, Investors and Industries”, per presentare a più di 200 investitori e aziende 19 startup digitali del proprio portafoglio. I campi in cui operano e le applicazioni sviluppate da queste piccole società sono i più vari: si va dai sensori sotto i piedi del letto per misurare il peso e altri indicatori del benessere come la qualità del sonno alla “biblioteca online” per il noleggio di libri, dall’app che aiuta gli studenti a trovare lavoro temporaneo a quella per capire quanto siano salutari i diversi alimenti, dallo speciale cavetto che ricarica lo smartphone prendendo l’energia da dispositivi di altri utenti all’applicazione che consente alle famiglie con bambini di realizzare tour turistici nelle città d’arte.

Le startup più promettenti dell´hi-tech made in Italy - immagine 1
Nel corso del “D.Day” milanese talenti e nuovi imprenditori hanno illustrato i rispettivi modelli di business innovativi allo scopo di trovare investitori che credano nei loro progetti e li aiutino a crescere sul mercato. Difficile prevedere quante e quali ci riusciranno: secondo i dati pubblicati a giugno da Tech.eu, lo scorso anno in Italia sono state censiti oltre 5.800 startup e 41 incubatori, ma gli investimenti sono stati limitati e le "exit" (ovvero la vendita ad altre società o investitori delle quote detenute dagli incubatori) sono state solo 9, su un totale di quasi 600 in tutta Europa.

Nonostante questi numeri, Marco Gay, vicepresidente esecutivo di Digital Magics, è ottimista: “Siamo molto soddisfatti delle ultime startup che sono entrate a far parte della nostra squadra. Il processo di scouting in Digital Magics inizia con lo studio del mercato digitale, analizzando i trend italiani e internazionali, e si focalizza sulle startup più promettenti – che ci contattano e che andiamo a incontrare direttamente nei territori – per proporre il meglio dell’innovazione agli investitori e alle imprese italiane. Il successo e l’interesse che abbiamo riscontrato per il D.Day è stato entusiasmante e vogliamo continuare a far crescere l’economia digitale italiana e a innovare i processi, prodotti e servizi dell’industria tradizionale”.

Ecco dunque le startup e le relative applicazioni innovative presentate al “D.Day”: alcune potrebbero entrare a far parte delle nostre abitudini nel prossimo futuro.

Bscale è un innovativo device IoT collegato a un’app che, tramite sensori sotto i piedi del letto, consente di misurare il peso delle persone e di effettuare lo sleep-tracking (ovvero tracciare parametri come la qualità del sonno).

Boosha è una piattaforma di booksharing per scambiare su internet libri (cartacei o ebook) pagando la singola transazione o con un abbonamento mensile.

Le startup più promettenti dell´hi-tech made in Italy - immagine 2
Edo è un’app mobile che consente di capire quanto siano salutari i prodotti che compriamo ogni giorno: basta scannerizzare il codice a barre sulla confezione per avere una valutazione da 1 a 10 basata sui giudizi degli altri utenti.

Le startup più promettenti dell´hi-tech made in Italy - immagine 3
GramPiT è un sistema che fornisce assistenza agli anziani e consente ai familiari di monitorare le loro attività e di gestire le emergenze da qualsiasi luogo.



[  [1] 2  3  4     Successiva »   ]

Pagine Totali: 4

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter