La beffa delle tariffe mobili: torna la fattura mensile, ma si paga ancora di più

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 22 Gennaio 18 Autore: Stefano Fossati
Proprio poche settimane prima della fine della legislatura, il Parlamento ha approvato la legge di Bilancio (172/17) che, fra le altre cose, accoglie le istanze dell’Authority sulle comunicazioni, imponendo agli operatori il ripristino del rinnovo su base mensile dei contratti di telefonia, reti televisive e comunicazioni elettroniche. Insomma, le compagnie di telecomunicazioni (ma anche i fornitori di servizi di pay tv come Sky) dovranno abbandonare la subdola fatturazione a quattro settimane (28 giorni) con cui, di fatto, avevano aumentato le loro tariffe pur non aumentando i listini: intascando, cioè, 13 canoni all’anno anziché 12.

La legge 172 segue la delibera dell’Agcom dello scorso marzo, che chiedeva agli operatori di telefonia fissa il ritorno alla fatturazione mensile, concedendo agli operatori stessi 90 giorni per adeguarsi. Termine ignorato dalle compagnie, che hanno impugnato la delibera al TAR. Ragion per cui l’Authority ha stabilito che gli utenti hanno diritto a un rimborso per ogni giorno di ritardo trascorso dalla scadenza del termine al momento in cui gli operatori si adegueranno alla delibera. Sulla questione si pronuncerà il tribunale, ma questa – come detto – è (quasi) un’altra storia, dal momento che riguarda le telecomunicazioni su linea fissa.

La beffa delle tariffe mobili: torna la fattura mensile, ma si paga ancora di più - immagine 1

Tornando al mobile, i tre operatori attualmente attivi in Italia (Tim, Vodafone e Wind Tre) hanno annunciato che si adegueranno alle disposizioni della legge 172 da inizio aprile. Non possono fare altrimenti, ci mancherebbe, la legge è legge. Tutto ok, dunque? Grazie all’intervento dell’Agcom e alla conseguente legge approvata dal Parlamento il 4 dicembre scorso, le compagnie torneranno a fatturare i servizi di telefonia mobile su base mensile. Ma attenzione, questo non vuol dire che tutto tornerà come prima e che gli “aumenti mascherati” della tariffazione a 28 giorni saranno cancellati. Tutt’altro: le società applicheranno la legge, certo, ma gli aumenti resteranno. Anzi, per molti utenti il ritorno alla fatturazione mensile comporterà ulteriori esborsi aggiuntivi. O quantomeno un livello di servizio inferiore.



[  [1] 2  3     Successiva »   ]

Pagine Totali: 3

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter