In arrivo un'app per fare foto perfette con il tuo Android anche di notte

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 11 Giugno 17 Autore: Stefano Fossati
Realizzare foto notturne che non risultino sfuocate, sgranate o buie non è facile, soprattutto con uno smartphone, per quanto possa essere dotato di un sensore fotografico di qualità elevata come i più recenti modelli top di gamma. Ma presto un´app per Android potrebbe permettere di ottenere scatti notturni di qualità paragonabile a quelli di una reflex professionale, grazie al lavoro di un ricercatore di Google.

Florian Kainz, sviluppatore impegnato nel team dedicato alla piattaforma di realtà virtuale Daydream di Big G, nonché esperto fotografo, ha scritto infatti sul blog ufficiale della società di avere realizzato una semplice app per Android che permette di controllare manualmente i tempi di esposizione, la messa a fuoco e la sensibilità della fotocamera alla luce, parametri che normalmente le app fotografiche degli smartphone consentono di regolare solo entro certi limiti.

In arrivo un'app per fare foto perfette con il tuo Android anche di notte - immagine 1

Huawei Nexus 6P Smartphone, Display 5.7 Pollici, Memoria Interna 32 GB, 3 GB da RAM, Fotocamera 12.3 MP, Android 6.0, Argento (Ricondozionato Certificato)
Amazon.it: 335,00 €
Compra ora
Per avere foto notturne vicine alla perfezione, il dispositivo deve essere appoggiato su un piano stabile o fissato a un treppiede. Dopo che si è premuto il tasto di scatto, l´app attende qualche secondo e poi registra fino a 64 fotogrammi in contemporanea che vengono salvati in formato DNG: questi possono essere scaricati su un computer ed elaborati con un software fotografico (come Adobe Photoshop o CorelDraw) per ottenere un´unica immagine priva del classico effetto sfocato o "pixelato" che normalmente caratterizza le foto notturne degli smartphone. Si tratta quindi di un processo laborioso che richiede competenze e strumenti non alla portata di tutti, ma certamente accessibile a ogni appassionato di fotografia. Per questo, la tecnologia messa a punto da Kainz potrebbe nel prossimo futuro dare vita a un´app specifica da rendere disponibile nel Play Store oppure essere integrata in Android o nel software della fotocamera degli smartphone Pixel prodotti dalla stessa Google.

Lo sviluppatore spiega che tutto è nato lo scorso anno quando lavorava in Gcam, una divisione di ricerca di Google dedicata proprio allo sviluppo di algoritmi per la fotografia digitale: dopo avere mostrato ai compagni di lavoro un´immagine del Golden State Bridge scattata in una notte di luna piena da una collina a nord di San Francisco, utilizzando una reflex professionale posizionata su un treppiede e un obiettivo zoom, Kainz venne "sfidato" da un collega a ottenere lo stesso risultato con la fotocanera di uno smartphone. Pur non essendo sicuro di poter raggiungere l´obiettivo, il ricercatore ha accettato la sfida e si è messo al lavoro: i risultati ottenuti sono sorprendenti, a giudicare dalle foto che lo stesso Kainz ha pubblicato a corredo del suo post (una la vedete in questa pagina). Tanto più se si considera che sono state scattate con un Nexus 6P. Senz´altro un ottimo smartphone, nato dalla collaborazione fra Google e Huawei e dotato di fotocamera da 12 megapixel, ma risalente ormai a quasi due anni fa.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Digital Imaging

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate