Il ritorno di Andy Rubin, "padre" di Android: pronto a lanciare un "super smartphone"

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 04 Febbraio 17 Autore: Stefano Fossati
Andy Rubin, il creatore di Android, si prepara a riaffacciarsi sul mercato dei dispositivi mobili. Stando a quanto riporta Bloomberg, Rubin ha fondato Essential, una società – di cui ha assunto la carica di CEO – dedicata allo sviluppo di dispositivi hardware e che starebbe progettando uno smartphone “modulare” di fascia alta con un grande display senza bordi, destinato a competere con gli iPhone di Apple e i telefoni Android “premium”. La modularità di questo dispositivo non sarebbe finalizzata ad aggiungere nuove funzionalità con l’aggiunta di moduli di espansione – come nel caso dell’LG G5 o dei Motorola Z e Z Play – bensì a prolungare la vita operativa dello smartphone grazie alla possibilità di aggiornare le varie componenti hardware quando siano disponibili nuove e più evolute tecnologie.

Il ritorno di Andy Rubin, "padre" di Android: pronto a lanciare un "super smartphone" - immagine 1

Essential riporta così sulla scena dei dispositivi mobili uno dei personaggi che hanno contribuito a rivoluzionare il mercato della telefonia mobile e dell’accesso a internet in mobilità: quando fondò Android, bnel 2003, Apple era ancora lontana dal lanciare il primo iPhone e buona parte dei telefoni cellulari in circolazione era decisamente limitata dal punto di vista delle funzionalità e delle possibilità di connessione. Nel 2005, Rubin vendette la sua startup a Google, pur mantenendone la guida fino al 2013, quando andò a occuparsi di nuovi progetti e poi a dirigere la divisione robotica di Big G. Divisione chiusa nel 2014, dopo l’addio di Rubin a Mountain View, mentre Android - reso disponibile per i produttori partner a partire dal 2008 – continuava a crescere fino ad arrivare a equipaggiare oggi quasi nove smartphone su dieci in tutto il mondo e a costituire una delle colonne portanti dell’intero business di Google.

Sei mesi dopo avere lasciato il colosso californiano, Rubin lanciò un incubatore per startup specializzate in hardware; ora, con Essential, torna a occuparsi di nuovi progetti in prima persona: al di là degli smartphone, fra gli obiettivi della nuova società c’è la realizzazione di dispositivi per la smart home che consentano ai più disparati device domestici di operare assieme. Fra i dirigenti della startup, riferisce ancora Bloomberg, figurano manager esperti provenienti da Google, Apple e Samsung.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE