Il nuovo Android Auto ora funziona su qualsiasi automobile

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 27 Novembre 16 Autore: Stefano Fossati
Dopo il debutto della versione 7 (Nougat) per smartphone e tablet, si rinnova anche Android Auto, la variante semplificata del sistema operativo mobile di Google studiata per i sistemi di infotainment delle auto, consentendo ad esempio di usare Google Maps per la navigazione, ascoltare e rispondere a voce ai messaggi su Hangout, utilizzare l’autoradio oppure ascoltare musica attraverso app compatibili di servizi di streaming come Spotify.

Il nuovo Android Auto ora funziona su qualsiasi automobile - immagine 1

Il principale limite di Android Auto, fino a oggi, era dato dal fatto che poteva essere installato solo sui sistemi di bordo compatibili con la piattaforma, supportata da 50 case automobilistiche e oltre 200 modelli attualmente sul mercato: una percentuale limitata rispetto alla totalità di veicoli in circolazione nel mondo equipaggiati con sistemi informativi connessi. Limite che viene superato dal nuovo aggiornamento della piattaforma, grazie alla possibilità di visualizzare l’interfaccia sul proprio smartphone e non necessariamente sullo schermo del veicolo: basta lanciare l’app sul dispositivo (oppure impostare il caricamento automatico non appena questo si connette al bluetooth dell’auto) per avere una versione della schermata di Android Auto adattata per i display dei telefoni, ma con accesso a tutte le funzionalità e le app di Android Auto, riconoscimento vocale compreso. Ovviamente, lo smartphone deve essere assicurato al parabrezza o al cruscotto del veicolo, non tenuto in mano, per non rischiare incidenti (e multe).

Fra le altre novità introdotte dall’aggiornamento di Android Auto, un migliorato sistema di ricerca all’interno di lunghe liste di file o elementi multimediali (come quelle relative a tutti i brani di un album) selezionando la prima lettera del titolo desiderato. Manca ancora, invece, la possibilità di attivare il sistema con il comando vocale “Ok Google”, che dovrebbe comunque arrivare nelle prossime settimane, così come il supporto a Waze, il servizio di informazioni interattive per gli automobilisti di proprietà proprio di Google, che aveva promesso la relativa app per Android Auto in occasione della conferenza I/O lo scorso maggio.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE