Il Raspberry Pi porta il suo sistema operativo anche su Windows e Mac

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 23 Dicembre 16 Autore: Stefano Fossati
Pixel, l’interfaccia grafica del minicomputer Raspberry Pi, arriva anche su Windows e Mac, così da consentire agli utenti di avere la stessa esperienza lavorando sulle diverse piattaforme. Come sottolinea la Pi Foundation, l’organizzazione non profit britannica che sviluppa il Raspberry Pi, il porting di Pixel su pc e Mac utilizza “esattamente le stesse applicazioni di produttività e gli stessi strumenti di programmazione, esattamente nello stesso ambiente desktop”, senza tempi di apprendimento o necessità di modifiche che consentano a chiunque di lavorare su sistemi operativi sostanzialmente differenti.

Il Raspberry Pi porta il suo sistema operativo anche su Windows e Mac - immagine 1

Il codice di Pixel, ha spiegato sul blog di Raspberry Eben Upton, cofondatore della fondazione, è basato su un’architettura di computing relativamente vecchia, il che significa che i suoi porting dovrebbero funzionare senza problemi anche su pc Windows e Mac datati, ma aggiunge che il software è ancora nella fase sperimentale e potrebbe quindi evidenziare bug o problemi “minori” su alcune macchine.

Basata sulla distribuzione Debian del sistema operativo open source Linux, Pixel è stata rilasciata lo scorso settembre con l’obiettivo di fornire un’interfaccia unificata a tutti gli utenti del Raspberry Pi, sostituendo quelle delle piattaforme software installate sul minicomputer (il Raspberry Pi supporta diverse distribuzioni di Linux come Raspbian e Ubuntu ma anche la versione IoT di Windows 10). Rispetto a quella “originale”, le versioni per Windows e Mac non comprendono le applicazioni Minecraft e Mathematica, in quanto la Pi Foundation ne detiene le licenze esclusivamente per la propria piattaforma hardware.

Il Raspberry Pi porta il suo sistema operativo anche su Windows e Mac - immagine 2

Il primo modello di Raspberry Pi è stato commercializzato nel 2012, diventando in poco tempo uno degli strumenti informatici più diffusi nell’ambito dell’educazione e della programmazione software, ma è molto utilizzato anche per la realizzazione di sistemi di intrattenimento domestici “fai da te” grazie alla disponibilità di LibreElec e OSMC, speciali versioni di Linux basate sul software media center Kodi. Dallo scorso aprile il Raspberry Pi - attualmente giunto alla versione 3 - è ufficialmente il computer di maggiore successo mai prodotto nel Regno Unito, con oltre dieci milioni di unità vendute fino a oggi, grazie anche al suo prezzo contenuto (la scheda di base costa meno di 45 euro).
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE