Il Galaxy Note 7 non ha intaccato la fiducia dei clienti nei confronti di Samsung

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 22 Novembre 16 Autore: Stefano Fossati
La vicenda del Galaxy Note 7 non ha intaccato la fiducia dei clienti Samsung nei confronti del brand coreano. Per lo meno fra i consumatori statunitensi. Lo rivela un sondaggio condotto da Ipsos dopo che il gruppo è stato costretto a ritirare dal mercato il suo smartphone di punta e a richiamare i due milioni di esemplari già venduti nel mondo a causa dei surriscaldamenti e delle esplosioni della batteria verificatisi su alcuni esemplari.

L´analisi, realizzata tra il 26 ottobre e il 9 novembre, ha mostrato che chi già possiede un prodotto Samsung intende rimanere fedele al marchio: il 91% degli intervistati comprerebbe un altro smartphone Samsung e il 92% un qualunque prodotto del gruppo asiatico. Un dato interessante perché dimostra come il colosso coreano abbia ormai raggiunti livelli di fidelizzazione della clientela paragonabili a quelli della concorrente Apple, da anni indicata come un riferimento assoluto sotto questo aspetto. Le percentuali rilevate fra i clienti di Cupertino sono infatti simili: il 92% acquisterebbe un altro iPhone e l´89% un altro prodotto Apple.

Il Galaxy Note 7 non ha intaccato la fiducia dei clienti nei confronti di Samsung - immagine 1

Inoltre, fra gli intervistati che erano a conoscenza del ritiro del Galaxy Note 7 il 27% si è detto pronto a considerare in prima battuta un dispositivo Samsung nel momento in cui dovesse acquistare un nuovo smartphone, una percentuale addirittura leggermente superiore rispetto al 25% di consumatori che, fra coloro che non erano al corrente della vicenda, ha messo un device del gruppo coreano in testa alle proprie intenzioni di acquisto in fatto di smartphone.

La stessa Samsung ha fatto sapere che la maggioranza dei possessori di Galaxy Note 7, a seguito del richiamo, ha scelto di sostituire il dispositivo con un altro modello di smartphone della stessa azienda. Segno che, al di là dell’eco dato dai media alla vicenda delle esplosioni e del conseguente ritiro del dispositivo, la credibilità costruita in anni di presenza sul mercato con numerosi dispositivi di successo (fra gli ultimi, i Galaxy S7 e S7 Edge lanciati lo scorso marzo) non viene cancellata in un colpo solo da un modello difettoso, sia pure in maniera clamorosa.

Del resto, nota un analista, il ritiro del Galaxy Note 7 è stato deciso poco più di un mese dopo l’avvio delle vendite in alcuni Paesi, mentre in altri – fra cui l’Italia – le consegne non sono mai nemmeno iniziate, se si eccettuano alcune migliaia di esemplari già spediti ai primi clienti che li avevano preordinati: il danno di immagine, quindi, non ha influito sull’esperienza positiva dei consumatori che utilizzano altri prodotti Samsung.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE