I taxi a guida autonoma di Uber bloccati da una procura californiana

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 19 Dicembre 16 Autore: Stefano Fossati
Uber è di nuovo ai ferri corti con un’amministrazione pubblica, quella dello Stato della California, Stati Uniti. Il motivo, questa volta, non è nella presunta violazione delle norme sull’esercizio dell’attività di taxi, bensì nell’interpretazione del Codice della Strada in materia di circolazione di vetture a guida autonoma. Mercoledì scorso la società ha infatti avviato la sperimentazione pubblica del servizio di trasporto di passeggeri con auto senza conducente a San Francisco, città in cui Uber ha sede; tuttavia, il Dipartimento della Motorizzazione californiano ha fatto sapere che il servizio viola le leggi in materia di circolazione, di conseguenza l’azienda deve sospenderlo e richiedere un’autorizzazione per poterlo riavviare.

I taxi a guida autonoma di Uber bloccati da una procura californiana - immagine 1

Un “invito” che Uber ha rispedito al mittente due giorni dopo, sottolineando per bocca di Anthony Levandowsky, vicepresidente per la tecnologia di guida autonoma, di voler proseguire la sperimentazione in quanto le sue auto “driverless” non contrastano le norme del Codice essendo costantemente monitorate durante la circolazione da un operatore umano a bordo, pronto a prenderne il controllo in caso di necessità. “Sebbene queste (auto) rappresentino lo stato dell’arte della tecnologia, richiedono ancora la costante supervisione di un operatore e quindi non sono diverse da qualunque altra vettura attualmente su strada”, ha aggiunto il manager. Immediata la replica della Procura generale dello Stato della California, che in una lettera intima alla società di togliere immediatamente i suoi veicoli a guida autonoma dalle strade fino a quando non avrà ottenuto la necessaria autorizzazione; in caso contrario, il procuratore emetterà un provvedimento ingiuntivo e altre sanzioni.

Secondo la Motorizzazione, infatti, l’autorizzazione è richiesta per il tipo di tecnologia di cui i veicoli sono dotati, indipendentemente dal fatto che siano controllati da una persona a bordo: la legge si applica quindi per il solo fatto che le auto siano “potenzialmente” autonome. Il Dipartimento della Motorizzazione della California ha già rilasciato speciali permessi di circolazione per veicoli a guida autonoma a una ventina di altre società che stanno sperimentando questa tecnologia: fra queste Google, Tesla, BMW, Ford e Honda.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE