Huawei lancia la sfida a Samsung con il Mate 9. Anche in versione “fuoriserie”

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 04 Novembre 16 Autore: Stefano Fossati
Huawei dichiara senza mezzi termini di puntare alla leadership del mercato mondiale degli smartphone entro il 2020, scalzando Samsung dal gradino più alto del podio: la strada da fare è lunga, ma intanto il produttore cinese cerca di approfittare del disastro del Galaxy Note 7 con il nuovo Mate 9, un “super phablet” presentato a Monaco in due versioni: quella standard dotata di display da 5,9 pollici con risoluzione Full HD (1080p), 4 GB di RAM e 64 GB di storage, venduto in Italia a 749 euro, e quella firmata Porsche Design (il cui marchio campeggia bello grande sulla parte frontale) con schermo AMOLED da 5,5 pollici Quad HD (2560x1440 pixel) dai bordi laterali curvi (proprio come il Galaxy Note 7 nonché i Galaxy S6 Edge e S7 Edge di Samsung) e con caratteristiche “da urlo” come 6 GB di RAM e 256 GB di storage, ma anche con un esoso prezzo di 1395 euro che difficilmente ne farà uno dei best seller della prossima stagione. In ogni caso, il maxi display del modello più abbordabile non deve preoccupare: il dispositivo è più largo dell’iPhone 7 Plus (con schermo da 5,5 pollici) di appena un millimetro ed è più basso di due millimetri.

Huawei lancia la sfida a Samsung con il Mate 9. Anche in versione “fuoriserie” - immagine 1

Le rimanenti specifiche sono condivise dalle due varianti: processore octa core Kirin 960 realizzato “in casa”, fotocamera posteriore con doppia lente e messa a fuoco laser, sviluppata in collaborazione con Leica come quella del P9 ma con un sensore in bianco e nero da 20 megapixel, che affianca quello a colori da 12 megapixel aggiungendo – secondo la casa – il 50% di dettagli in più sulle immagini; come quella dell’iPhone 7 Plus, è dotata di zoom ottico 2x e il software prevede la “modalità Ritratto” che mette in evidenza il soggetto in primo piano sfocando leggermente lo sfondo. La registrazione video ricorre al nuovo standard di compressione HEVC, in grado di ridurre la grandezza dei file 4K del 50% rispetto al formato 4K.

Huawei lancia la sfida a Samsung con il Mate 9. Anche in versione “fuoriserie” - immagine 2

Entrambi i modelli sono dual sim, con la possibilità di inserire al posto della seconda sim una microSD per espandere la memoria fino a 2 terabyte. Notevole la batteria da 4000 mAh che dovrebbe garantire un’autonomia di oltre due giorni di utilizzo (da verificare alla prova pratica): la tecnologia di ricarica rapida SuperCharge è in grado di assicurare il 50% di carica in soli 5 minuti, per di più – sottolinea Huawei – con il 50% di emissioni di calore in meno rispetto al Samsung Galaxy S7 Edge. Anche se il riferimento fatto durante la presentazione dal CEO dell’azienda cinese, Richard Yu, punta direttamente – anche se implicitamente – proprio al Galaxy Note 7: “Nel Mate 9 non ci sono surriscaldamenti, non ci sono trasformazioni di tensione, non ci sono esplosioni”.

Huawei lancia la sfida a Samsung con il Mate 9. Anche in versione “fuoriserie” - immagine 3

Il Mate 9 è fra i primi smartphone dotati all’origine di Android 7 Nougat, personalizzata con la nuobva interfaccia EMUI 5.0 di Huawei, sempre priva di app drawer (ai cinesi, evidentemente, proprio non piace…) ma più semplice da utilizzare, grazie alla possibilità di eseguire il 90% delle azioni con non più di tre tap sullo schermo. Nella versione Porsche Design sono stati eliminati i tasti touch, le cui funzionalità sono state integrate nel sensore di impronte digitali frontale (anziché posteriore come nel Mate 9 “normale”), in grado di riconoscere pressioni più o meno lunghe e swipe per dare accesso a diverse opzioni. Huawei assicura prestazioni sempre al top, anche dopo mesi di utilizzo, grazie a un sistema di “intelligenza artificiale” che ottimizza l’utilizzo della memoria sulla base dei comportamenti dell’utente. Non c’è invece un assistente virtuale intelligente paragonabile all’Assistant dei Pixel di Google, però c’è un algoritmo che dovrebbe riconoscere i tocchi casuali.

L’Huawei Mate 9 “standard” sarà in vendita in Italia dalla seconda metà di novembre in due varianti di colore (Grey e Silver), mentre il Porsche Design arriverà a gennaio in edizione limitata, solo all’interno degli store Porsche.

Huawei lancia la sfida a Samsung con il Mate 9. Anche in versione “fuoriserie” - immagine 4

Nell’evento di Monaco Huawei ha presentato anche il Fit, fitness band che monitora il battito cardiaco dotato di una batteria che offre fino a sei giorni di autonomia: prezzi a partire da 149 euro.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE