Google Home diffonde le peggiori fake news, suo malgrado

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 07 Marzo 17 Autore: Stefano Fossati
Google come Donald Trump: secondo il colosso del search Barack Obama ha complottato e sta complottando contro la democrazia americana. Interrogato sull’argomento, l’assistente vocale Google Home ha infatti risposto che "in base a quanto riportato in un filmato del Western Center for Journalism, non solo Obama se la fa con i comunisti cinesi ma potrebbe star mettendo a punto un golpe comunista". Allo stesso modo, il motore di ricerca è certo che almeno quattro presidenti americani abbiano fatto parte del Ku Klux Klan, certificandolo negli “snippet in primo piano”, il riquadro che mostra un riepilogo della prima risposta alla domanda dell´utente.

Google Home diffonde le peggiori fake news, suo malgrado - immagine 1

Google Home (Standard)(Versione USA, importato)
Amazon.it: 151,63 € - Prezzo scontato, stai risparmiando: 82,53 €
Compra ora
Questa risposta, fa sapere Google nella sua Guida di Search Console, è un "estratto da una pagina web" che viene visualizzata insieme a un link alla pagina stessa, al relativo titolo e alla URL. Peccato a volte, come in questo caso, la presunta risposta più rilevante venga presa direttamente da uno dei tanti siti di fake news che infestano la rete. E poco importa se, scorrendo i successivi risultati, vengano riportate anche risposte corrette: in questo caso, ad esempio, il primo risultato al di sotto dello snippet è un link a un sito di “debunking” che dimostra la falsità della notizia di un presunto colpo di stato in preparazione da parte di Obama. Per molti utenti, la prima risposta di Google è quella più affidabile, quella in cui nutrono la massima fiducia. E lo è anche per l’altoparlante intelligente Google Home, che quando viene interrogato fornisce solo una risposta: quella dello snippet, appunto, senza nutrire alcun dubbio.

Al giornalista della BBC che ha fatto notare la castroneria, Google ha risposto scusandosi e aggiungendo di avere modificato il modo in cui il suo algoritmo selezione le fonti di informazione utilizzate per le risposte evidenziate negli snippet. Ma il rischio di errori simili è tutt’altro che scongiurato: lo stesso portavoce di Mountain View ammette che “la ricerca non è perfetta”. Il problema è che lo è nell´immaginario di milioni di utenti sprovveduti in tutto il mondo, finendo per sdoganare pericolosamente certe false informazioni nella coscienza collettiva.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE