FlashBattery: la batteria dello smartphone si caricherà in 5 minuti

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 06 Luglio 17 Autore: Stefano Fossati
Caricare completamente la batteria dello smartphone in cinque minuti. Un sogno? Oggi sì, ma potrebbe diventare realtà già l’anno prossimo, stando a quanto promette la startup israeliana StoreDot. La società ha presentato al CES di Las Vegas del 2015 la sua tecnologia FlashBattery, allora in fase sperimentale, studiata per ridurre drasticamente i tempi di ricarica delle batterie; ora il CEO della società, Doron Myersdorf, annuncia alla Bbc di prevedere l’avvio della produzione delle batterie basate su questa tecnologia all’inizio del 2018, anche se aggiunge di non poter rivelare quali siano i produttori che le adotteranno.

Le batterie di StoreDot sono realizzate con speciali materiali che danno vita a reazioni “non convenzionali”, consentendo un trasferimento incredibilmente veloce di ioni dall’anodo al catodo nel processo elettrico che sta alla base della carica degli accumulatori. Non si sa molto di più su tali materiali, se non che contengono nanostrutture e composti organici. All’epoca della presentazione, più di due anni fa, alcune delle batterie sperimentali della società apparivano più spesse di quelle utilizzate negli smartphone, ma ora – sottolinea la stessa azienda – sono pronte per essere messe sul mercato.

FlashBattery: la batteria dello smartphone si caricherà in 5 minuti - immagine 1

La prima produzione “pilota” è già stata avviata in due stabilimenti asiatici, in vita appunto dell’inizio della produzione di massa nel primo trimestre del prossimo anno. Se la promessa sarà mantenuta, la tecnologia sviluppata da StoreDot potrebbe davvero dare una scossa all’industria degli smartphone, introducendo una caratteristica in grado di fare la differenza per molti consumatori. La società ha anche presentato nei giorni scorsi a Berlino una batteria per auto elettriche in grado di offrire un’autonomia di 500 chilometri con una carica di appena cinque minuti. A titolo di confronto, la tecnologia Supercharger adottata sulle vetture Tesla offre circa 300 chilometri di autonomia con una carica di 30 minuti.

La riduzione ai minimi termini dei tempi di ricarica delle batterie è un obiettivo al quale stanno lavorando diverse aziende: fra queste Qualcomm, che ha annunciato il suo sistema Quick Charge 4 in grado di offrire cinque ore di autonomia a uno smartphone con una ricarica di cinque minuti.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE