Ecco il nuovo iPad: sfida (impossibile) ad Apple dalla Corea del Nord

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 01 Giugno 17 Autore: Stefano Fossati
Nei negozi della Corea del Nord arriva l’iPad. Però non è prodotto da Apple bensì dalla locale Ryonghung e, per design e caratteristiche tecniche, non ha nulla in comune – al di là del nome – con i noti tablet di Cupertino. Esteticamente l’iPad nordcoreano ricorda i tanti piccoli tablet economici di produzione cinese e anche le specifiche sono da dispositivo di fascia bassa: processore quad-core da 1,2 GHz, 1 GB di RAM, 8 GB di archiviazione, connettività wireless.

Ecco il nuovo iPad: sfida (impossibile) ad Apple dalla Corea del Nord - immagine 1

Apple iPad WI-FI 32GB 2017 Tablet Computer
Amazon.it: 358,90 €
Compra ora
Poco viene specificato, nella presentazione di Ryonghung, sul sistema operativo, con in dotazione “oltre 40 app” (probabile che si tratti di un fork di Android, limitato nelle funzionalità per conformarsi alla rigida censura di Pyongyang sui contenuti e le applicazioni accessibili ai cittadini). In dotazione viene fornita anche una custodia con tastiera da connettere via cavo alla porta USB del tablet. Non abbiamo indicazioni sul prezzo ma poco importa, dato che ben difficilmente se ne potrebbe acquistare uno al di fuori della Corea del Nord.

Ovviamente l’utilizzo della denominazione iPad rappresenta una violazione del copyright sul marchio, tanto palese da far pensare a una provocazione da parte del regime di Kim Jong Un nei confronti di una delle aziende simbolo dell’economia statunitense. Del resto, appare assai improbabile che Apple possa far valere i suoi diritti sul brand in Corea del Nord, dove la tutela nei confronti delle imprese straniere (e in particolar modo americane) è praticamente pari a zero.

Peraltro, come ricorda il sito Gizmodo, non è la prima volta che prodotti del gruppo californiano vengono in qualche modo copiati da aziende nordcoreane: un paio di anni fa in una fiera a Pyongyang venne presentato un computer identico nell’estetica a un iMac, anche se le caratteristiche tecniche erano decisamente inferiori; contemporaneamente fu lanciato anche il sistema operativo Red Star 3.0, chiaramente “ispirato” nell’interfaccia a Mac Os X.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate