Ecco i nuovi MacBook Pro: la Touch Bar manda in pensione i tasti funzione

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 28 Ottobre 16 Autore: Stefano Fossati
Confermate le anticipazioni della vigilia: a Cupertino Apple ha ufficialmente presentato la nuova generazione di notebook di fascia alta MacBook Pro e come da attese la principale novità (con l’esclusione del modello più “economico”) è la sostituzione dei tasti funzione con un display multitouch, chiamato Touch Bar, che adatta i comandi disponibili quando si utilizza il sistema o app come Mail, Finder, Calendario, Numbers, GarageBand, Final Cut Pro X e molte altre, incluse applicazioni di terze parti. Così, ad esempio, la Touch Bar può mostrare le tab e i preferiti in Safari, consentire l’accesso rapido alle emoji in Messaggi, semplificare i controlli per l´editing delle immagini o sfogliare video in Foto.



Touch Bar a parte, i nuovi MacBook Pro (modello “base” a parte) integrano il lettore di impronte digitali Touch ID che permette di sbloccare rapidamente il notebook, passare da un account utente all’altro e fare acquisti sicuri sul web con Apple Pay, utilizzando algoritmi sofisticati per riconoscere l’impronta dell’utente e abbinarla con il secure element nel nuovo chip T1 di Apple. Inoltre, sottolinea l´azienda, i nuovi notebook presentano una tastiera più reattiva, un trackpad Force Touch più ampio e un sistema audio con doppio range dinamico. Sono dotati di display Retina, prestazioni grafiche fino a 2.3 volte superiori rispetto alla generazione precedente, SSD ultraveloce e fino a quattro porte Thunderbolt 3. La batteria ha una durata dichiarata di 10 ore.

Ecco i nuovi MacBook Pro: la Touch Bar manda in pensione i tasti funzione - immagine 1

I modelli da 13 pollici hanno processori Intel dual-core Intel Core i5, Intel Graphics Iris, 8 GB di RAM e 256 GB di storage flash, quello da 15 pollici presenta nuovi schermi Retina più luminosi, processore Intel quad-core i7, chip grafico Radeon Pro di AMD, 16 GB di RAM e 256 GB di storage flash. Più sottile e leggero se confrontato con il predecessore lanciato più di quattro anni fa, il MacBook Pro è dotato di un guscio unibody interamente in metallo che dà al notebook la necessaria rigidità nonostante lo spessore contenuto. In particolare, secondo la società il MacBook Pro da 13 pollici, con meno di 15 millimetri di spessore, è il 17 per cento più sottile e ha il 23 per cento di volume in meno rispetto alla generazione precedente ed è oltre 200 grammi più leggero: 1,36kg. Il nuovo MacBook Pro da 15 pollici è spesso 15,5 millimetri, più sottile del 14 per cento e ha il 20 per cento di volume in meno rispetto al modello che lo ha preceduto, con un peso di 1,8 kg.

La presentazione dei nuovi MacBook Pro è avvenuta il giorno dopo il lancio da parte di Microsoft della nuova generazione di Surface Book e dell’all-in-one Surface Studio, concorrente diretto dell’iMac. "Questa settimana segna il 25mo anniversario del primo notebook Apple, il Powerbook; attraverso gli anni ciascuna generazione ha introdotto nuove innovazioni e possibilità ed è naturale che questa generazione completamente nuova di MacBook Pro rappresenti il maggior salto in avanti ad oggi mai fatto", ha detto Philip Schiller, senior vice president Worldwide Marketing di Apple.

Ecco i nuovi MacBook Pro: la Touch Bar manda in pensione i tasti funzione - immagine 2

La nuova gamma di MacBook Pro è disponibile in due colori, grigio e grigio scuro, e tre modelli, con prezzi che vanno dai 1.749 euro per il 13 pollici senza Touch Bar e Touch ID (già disponibile) ai 2.099 euro per il 13 pollici con Touch Bar e Touch ID, fino ai 2.799 euro per il 15 pollici, disponibile solo con Touch Bar e Touch ID. Queste ultime due versioni arriveranno nei negozi nel giro di due-tre settimane.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Hardware

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE