Distraint: Pocket Pixel Horror, quanto sei disposto a scendere a patti con la tua coscienza?

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 29 Gennaio 17 Autore: Fabio Ferraro
Per raggiungere un remunerativo accordo con una grande azienda, il giovane Price sarà costretto a prendere decisioni difficili che lo costringeranno a scendere a patti con la propria coscienza e affrontare i propri rimorsi. Questo è l’incipit di Distraint: Pocket Pixel Horror, titolo indie che, dopo un buon successo su ambiente desktop, arriva ora sui dispositivi Android.

Distraint: Pocket Pixel Horror, quanto sei disposto a scendere a patti con la tua coscienza? - immagine 1

Distraint è un gioco horror bidimensionale, con grafica retro in pixel art, in cui dovremo risolvere degli enigmi per proseguire nella storia. La componente horror non è però legata a sessioni splatter o d’azione frenetica, offrendo piuttosto un’esperienza di gioco rivolta alla sfera emotiva del giocatore.
Infatti, Distraint è un racconto che va a colpire la psiche e la moralità, spaventando per l’ambientazione cupa (benché non esente da umor nero) e una costante sensazione di ansia. Emozioni che vengono “strappate” al giocatore per l’estrema umanità che avvolge il protagonista, diviso fra la fame di successo e i compromessi a cui è costretto  per ottenerla. Esempio palese di ciò è la fase iniziale del gioco: Price sarà costretto a spingere un’anziana signora ad abbandonare la propria dimora, obiettivo degli interessi economici dell’azienda ma che potrà assicurare al ragazzo una vita agiata che anche se riluttante a questa azione la convincerà infine a trasferirsi in una casa di riposo.
È da qui che il nostro protagonista inizierà ad avere incubi ricorrenti e rimorsi, domandandosi se le sue azioni siano giustificate dalla sua ambizione.

Distraint: Pocket Pixel Horror, quanto sei disposto a scendere a patti con la tua coscienza? - immagine 2

La grafica di questo titolo, bidimensionale e retrò, è ben sviluppata e solida, offrendo quella sensazione di inquietudine voluta dallo sviluppatore. Il gioco fa largo uso di jumpscare che, coadiuvato da un perfetto comparto audio, riesce a fondere lo stato d’anima e la paura del protagonista con il giocatore. Il gameplay è semplice ed essenziale: potremo camminare a destra e sinistra per esplorare le ambientazioni, e avremo a disposizione un tasto azione e uno per l’inventario (potrà contenere un massimo di tre oggetti). I puzzle presenti nel gioco non risultano difficili, assicurando una durata di gioco di un paio d’ore. Ma, Distraint è più un racconto (perfettamente localizzato in italiano) che un gioco e come tale va goduto.

Distraint: Pocket Pixel Horror, quanto sei disposto a scendere a patti con la tua coscienza? - immagine 3

Se siete a caccia di un titolo che sappia emozionarvi e far riflettere, Distraint: Pocket Pixel Horror è il titolo perfetto per voi.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

OS: Android

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE