Cymbal è come Instagram ma per la musica

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 29 Novembre 15 Autore: Fabio
Si chiama Cymbal e il suo motto è “scopri la musica grazie ai tuoi amici, non grazie ad un algoritmo”.

Creata da tre studenti dell’Università di Boston, la app disponibile per iOS e (in beta) per Android riesce ad unire le caratteristiche peculiari di quattro applicativi molto conosciuti e usati: Instagram, Facebook, Spotify e Soundcloud in un unico serivizo.

La condivisione di canzoni con i propri amici, così come Instagram fa con le foto, selezionate da ciascuno o dalla libreria di Spotify o dalla banca dati di Soundcloud.

Come per ogni “social”, Cymbal permette di iscriversi attraverso un proprio account email o direttamente attraverso il login di Facebook. Il profilo contiene un avatar personalizzabile e la classica bio.

La struttura è comune, con la presenza di un feed per i contenuti (i post recenti dei contatti che seguiamo) che ospita anche i commenti e i “like”.

Nella schermata principale è possibile scorrere e ascoltare le condivisioni degli altri utenti per scoprire quale musica i nostri contatti ci stanno consigliando.

Una delle funzioni più comode è la ricerca di utenti: oltre alle solite ricerche per hashtag o per nome account è possibile intercettare i propri contatti facebook e twitter in piattaforma oppure scegliere di seguire utenti “raccomandati” in base alle nostre condivisioni.

Cymbal come Instagram
L’idea vincente di Cymbal è quella di sfruttare tutte le potenzialità di un aggregatore senza essere concorrente per gli strumenti che integra. In effetti, l’idea della app è venuta a uno dei fondatori come complemento alla gestione del proprio blog nel quale recensiva una canzone a suo parere bellissima ogni giorno. Quel che mancava era l’interazione, la conversazione: non c’era alcun modo di sapere se la canzone da lui selezionata era stata gradita dai lettori.

Oggi Cymbal ha attirato un finanziamento da un milione di dollari che ha permesso alla startup di essere valutata più di sei milioni di dollari.

Pensateci bene: al posto dei soliti selfie, dei gattini, delle frasi fatte e di quelle ad effetto oggi potete condividere le emozioni che vi dà la musica. Un bel passo in avanti.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE