Come utilizzare lo strumento di backup integrato in Windows 10

Naviga SWZ: Home Page » How To
News del 31 Luglio 17 Autore: Fabio Ferraro
Windows 10 integra un potente strumento per la creazione di copie sicure dei nostri file. Di default questo tool è disattivato, ma è facile abilitare questa funzione. Questo backup incrementale può essere creato esclusivamente su una memoria di massa esterna o su un dispositivo di rete.
Per iniziare  clicchiamo sul tasto “Start” e accediamo alle impostazioni, premendo sull’icona che richiama un ingranaggio.
Nella pagina di disambiguazione che apparirà selezioniamo la voce “Aggiornamento e sicurezza”. Accediamo alla scheda “Backup”. Visualizzeremo così il menu di impostazioni relative al tool di copia di sicurezza integrato in Windows. In alternativa, per accedere a questa schermata, basterà scrivere, nella barra di ricerca di Cortana “Impostazioni di Backup” per poi dare l’invio.

Come utilizzare lo strumento di backup integrato in Windows 10 - immagine 1
Per indicare la periferica destinata al backup, clicchiamo su “Aggiungi un’unità”. Verrà avviata così la ricerca automatica dei dispositivi disponibili per l’archiviazione delle copie di sicurezza. Ricordiamo che, potranno essere utilizzate memorie di massa esterne (pennette e hard disk) o dispositivi di rete.




WD WDBU6Y0020BBK-EESN Elements Hard Disk Esterno Portatile, USB 3.0, 2 TB
Amazon.it: 83,75 € - Prezzo scontato, stai risparmiando: 26,43 €
Compra ora

Una volta terminata la ricerca, selezioniamo il dispositivo che vorremo destinare al salvataggio delle copie. Verrà così abilitato il backup automatico dei file. Clicchiamo su “Altre opzioni” per impostare le nostre preferenze.

Come utilizzare lo strumento di backup integrato in Windows 10 - immagine 3

Nella schermata opzioni, potremo visualizzare informazioni relative allo spazio disponibile nella periferica adibita al backup, le dimensioni della copia di sicurezza e la data dell’ultimo salvataggio effettuato, nonchè avviare manualmente le procedure di copia cliccando sul tasto “Esegui Backup ora”.
E´ possibile settare la frequenza del backup (con intervalli che vanno da “ogni 10 minuti” fino ad “Ogni giorno”) e il tempo per cui dovrà essere conservato (in questo caso si imposta un lasso di tempo).

Come utilizzare lo strumento di backup integrato in Windows 10 - immagine 4

Nella sezione “Esegui il backup di queste cartelle” si indicano le root che saranno protagoniste del backup. È da sottolineare che si possono effettuare copie  esclusivamente dei file presenti nelle root utente, ossia il percorso in cui sono presenti le cartelle Documenti, Musica, Immagini, Video e Desktop.
Inoltre è anche  possibile creare copie dei nostri file offline presenti in One Drive. Se vorrete quindi backuppare i file presenti in una cartella posizionata in una root differente, dovrete necessariamente spostarla in quella dell’utente.
Per cambiare il dispositivo di salvataggio,  prima si smonta quello in uso cliccando su “Interrompi l’uso dell’unità”.

Come utilizzare lo strumento di backup integrato in Windows 10 - immagine 5


Per ripristinare i nostri file basterà infine cliccare sulla voce “Ripristina i file da un backup corrente”, posta alla fine della schermata “Opzioni”.
In alternativa, potremo ripristinare i file archiviati, accedendo all’unita adibita al backup.
Il tool integrato in Windows è un potente strumento che consentirà di mantenere un archivio di sicurezza dei nostri file più importanti.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE