Come installare, montare e configurare un NAS

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 22 Febbraio 16 Autore: Fabio Ferraro


Tipologie di RAID

Il RAID
(Redundant Array of Independent Disks), è un insieme ridondante di dischi indipendenti (non obbligatoriamente della stessa dimensione), visti come un unico volume dagli utenti della rete dove immaganizzare i dati. In base all´implementazione garantisce la ridondanza dei dati e aumenta le prestazioni tramite il parallelismo. Il suo utilizzo comporta un aumento in termini di prestazioni, capacità di memorizzazione e tolleranza ai guasti. Il RAID è realizzato sia con hardware dedicato sia con software specifico su hardware di uso comune, in questo caso il sistema operativo gestisce i dischi tramite il controller.

Vediamo quale tipologia di RAID si può impostare sul dispositivo DLINK.
Come visto precedentemente durante la configurazione abbiamo i seguenti tipi di RAID: standard, JBOD, RAID 0, RAID 1.

Standard

Utilizzabile con un solo hard disk, o in caso di due hard disk (che è il massimo consentito per questo modello di DLINK) verranno gestiti come due volumi diversi.

RAID 0

Quando si imposta il RAID 0 i dati sono equamente divisi (striping) senza sistemi parità o ridondanza, questo tipo di configurzione risulta essere molto veloce.

Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 53Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 54
RAID 1

Il sistema RAID 1 clona (mirror) tutti i dati su i due dischi, ottimale per la gestione della ridondanza. Ogni hard disk in caso di rottura dell´altro viene gestito in  modo autonomo.

Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 55
Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 56

JBOD o Concatenazione

JBOD (Just a Bunch of Disks) significa letteralmente "mucchio di dischi". Usualmente si ha un gruppo di dischi visibili in modo concatenato.


Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 57 Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 58Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 59



Accediamo

Vediamo per prima se il nostro dispositivo è presente nella nostra rete e quindi dai suoi nodi raggiungibile. Eseguiamo un Ping.

Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 60
Adesso vediamo come accedere al nostro dispositivo. Possiamo  farlo nei seguenti modi:

- tramite browser e lo abbiamo visto più volte inserendo l´indirizzo 192.168.1.252;
- da Risorse del computer scrivendo la sequenza di caratteri seguente //192.168.1.252;

Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 61


Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 62
- da Risorse di Rete esplorando "Rete";
- o da "Computer" accedendo dall´unità di rete creata che se memorizzato l´accesso (sconsigliato) consente l´accesso immediato.


Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 63   Saranno richiesti i dati per l´accesso.
Come installare, montare e configurare un NAS - immagine 64
Conclusioni

Dove possibile preferite sempre utilizzare un dispositivo NAS supportato anche di un backup Cloud. In questo modo si otterrà un mini Disaster Recovery e si ha più di una copia del proprio lavoro. Inoltre il valore di un documento non è quantizzabile, la foto dei primi passi di nostro figlio neanche (il NAS è un dispositivo da usare, ormai anche a casa), quindi è sempre necessario avere una copia di backup.
Consigliamo sempre di rivolgersi ad un´esperto che sceglierà e progetterà al meglio la soluzione per voi ottimale ("SU MISURA PER VOI"), specialmente in termini di sicurezza dei vostri dati. 



« Precedente     5  6 [7] ]
Pagine Totali: 7

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter