Backup: come mettere al sicuro i tuoi dati

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 16 Luglio 18 Autore: Fabio Ferraro
Categoria: sicurezza
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum
Spesso non si percepisce il valore inestimabile dei dati fino a che non si perdono. Proprio l’incrementano esponenziale dei file in termini di spazio e numero ne rende necessaria la manutenzione. E´ dimostrato che quasi il 20% delle persone non esegue il backup dei dati presenti sul proprio computer o memorizzati su dischi rigidi esterni, soggetti a corruzione, cancellazione o perdita. 

Backup: come mettere al sicuro i tuoi dati - immagine 1

Oggi scopriremo perchè deve essere periodicamente eseguito il backup dei dati, quali tipologie  esistono e  quali supporti o servizi è bene utilizzare e suggeriremo un software per realizzare in assoluta tranquillità il salvataggio in linea con le normative GDPR.

Essenzialmente i parametri che intervengono nella gestione e il mantenimento di file e cartelle sono:

Data di creazione
Data di ultimo accesso
Data di ultima modifica
Dimensione
Attributi
Chi è il Proprietario
Sicurezza
Condivisione
Se il file è Crittografato o no
Permessi (lettura, scrittura e/o esecuzione)

Tra le conseguenze nel gestire una grande dimensione di dati rileviamo la ridondanza (cioè file doppioni, tripli e così via), file di versioni differenti (si possono creare problemi di sincronizzazione tra un documento con un contenuto generato o modificato nel momento X rispetto un altro di egual nome), gestione di cartelle vuote.

Buona norma

Salvare i file aggiornandone la versione: Nomefile + vers XXX.estensione;
Utilizzare almeno un hard disk (interno o esterno che sia) per salvare una copia di sicurezza. Molto più sicuro, usare dispositivi che possiedono il meccanismo RAID (tipo RAID1 - MIRROR copia a specchio) abbinati a un Servizio Cloud.

Backup: come mettere al sicuro i tuoi dati - immagine 2

 
La soluzione ottimale (economica e tecnica) è usare un NAS di Rete insieme al Servizio Cloud, dove più postazioni della rete possono lavorare contemporaneamente. Il salvataggio tramite il servizio Cloud permette scalabilità, mobilità, sicurezza, indipendenza. Sarebbe ottimale utilizzare un software che gestisce le problematiche per ogni tipo di infrastruttura informatica (singolo pc, rete, cloud) in modo automatizzato, secondo determinate regole e vincoli dettati da noi.



[  [1] 2  3  4     Successiva »   ]

Pagine Totali: 4

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter