Amazon progetta magazzini aerei per le consegne a domicilio con i droni

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 02 Gennaio 17 Autore: Stefano Fossati
Da tempo Amazon conduce ricerche sulla possibilità di utilizzare droni, in un futuro non lontano, per consegnare i pacchi al domicilio dei clienti. Al pari di altre aziende – a partire da Google – che stanno esplorando le potenzialità dei droni per il delivery, fra le problematiche affrontate da Amazon c’è quella legata alla logistica: potendo coprire distanze relativamente brevi, i droni possono essere utilissimi per il cosiddetto “ultimo miglio”, ovvero per il trasporto delle merci nell’ultimo tratto del tragitto fino al destinatario, ma devono contare su un punto di appoggio (magazzino, furgone, etc.) in zona che li rifornisca degli articoli da consegnare.

Fra le varie soluzioni ipotizzate dal colosso dell’ecommerce, una prevede la realizzazione di “magazzini aerei” dai quali lanciare i droni per effettuare le consegne. In base a un brevetto depositato nei mesi scorsi da Amazon, questi “Airborne Fulfillment Center” (AFC) potrebbero stazionare a un’altitudine di 45mila piedi e fungerebbero da base di appoggio per alcuni “veicoli aerei senza equipaggio” (“Unmanned Aerial Vehicles”, UAV) a bassissimo consumo energetico che, dopo avere consegnato il pacco al domicilio del destinatario, tornerebbero all’AFC per essere rimessati e ricaricati in vista del successivo “volo di consegna”.

Amazon progetta magazzini aerei per le consegne a domicilio con i droni - immagine 1

Il brevetto prevede anche degli “shuttle” (velivoli più piccoli) per rifornire gli AFC di articoli da consegnare in zona, carburante, droni e anche per trasportare i lavoratori addetti al loro funzionamento. Potendo essere spostati facilmente, gli AFC potrebbero anche essere impiegati temporaneamente in determinate zone per far fronte a picchi di ordini di alcuni prodotti: “Per esempio – si legge nella richiesta di brevetto – un evento temporaneo come una partita di football) può prevedibilmente determinare una domanda per determinate tipologie di articoli (ad esempio attrezzature sportive, prodotti alimentari o altro.)”.

Un altro brevetto depositato da Amazon quest’anno prevede la possibilità di installare “docking station” per i droni alla sommità di edifici, pali elettrici, lampioni, antenne per la telefonia mobile.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE