Allegati bloccati in Outlook 2000/XP

Naviga SWZ: Home Page » Trucchi
News del 24 Gennaio 03 Autore: Steve3000
Trucco x : WEB E INTERNET   
Versione : ALTRO
Molti avranno sicuramente avuto l'occasione (pessima) di imbattersi nell'impossibilità di salvare o eseguire un allegato con estensione considerata "pericolosa" (.exe .bat ecc...) in Outlook 2000 o Outlook XP (attenzione, parliamo di Microsoft Outlook e non di Outlook Express). In particolare questa funzione considerata di sicurezza è implementata a livello nativo in Outlook XP, mentre viene aggiunta in Outlook 2000 in seguito ad alcuni aggiornamenti e patch prelevabili da Windows Update. Per potersi riappropiare degli allegati, la Guida in Linea non indica nessuna soluzione... pertanto eccoci qui ad indicarvi un trick e track per l'occasione.Outlook 2000Cliccare su START, ESEGUI, digitare REGEDIT e dare OK. Cercare e posizionarsi su questa chiave: [HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftOffice9.0OutlookSecurity] Cliccate con il bottone destro del mouse all'interno della finestra di destra (dove potete vedere le varie stringhe inserite) e scegliete "Nuovo" e in seguito "Valore Stringa". Rinominatela con il seguente titolo:Level1RemoveA questo puno date OK e in seguito cliccate due volte sulla stringa appena creata. Vi si aprirà una finestra dove poter inserire le estensioni che volete che Outlook non blocchi. Le estensioni sono da inserirsi precedute dal punto. Per inserire più estensioni, utilizzate il punto e virgola (;) per dividerle. Riavviate il PC.Outlook XPLa procedura è identica a quella indicata per la versione 2000. L'unica cosa che cambia è il percorso della stringa, come potrete constatare di seguito: [HKEY_CURRENT_USERSoftwareMicrosoftOffice10.0OutlookSecurity] Finito l'inserimento della stringa, riavviate il PC. Buon trickete e trackete.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE