Adottato il Codice della P.A. Digitale...ed è già un decreto legislativo da gettare alle ortiche!

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 04 Aprile 05 Autore: Andrea Lisi
Categoria: sicurezza
3 - Commento/i sul Forum

Adottato il Codice della P.A. Digitale...ed è già un decreto legislativo da gettare alle ortiche!

di Andrea Lisi ( www.studiodl.it )



Alla fine il Governo, come si temeva, ha adottato in data 4 marzo 2005 il Codice della Pubblica Amministrazione Digitale  in fretta e furia e senza tenere in alcuna considerazione le pesanti critiche espresse dal Consiglio di Stato nel suo recente parere .



Il Codice nasce già con le ali spezzate, infatti (come era ovvio) entrerà in vigore soltanto il 1° gennaio 2006, dando la possibilità - a chi di dovere - di correggere i grossolani errori di questa normativa per molti suoi aspetti assolutamente inutile.



Come si ricorderà, il Codice della PA Digitale (qui di seguito Codice PAD) doveva essere adottato dal Governo entro il 9 marzo (come previsto dalla legge delega 29 luglio 2003, n.229). Ad oggi il Codice è stato approvato dal Governo, ma non è stato ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale, forse per l´enorme imbarazzo generato dal così evidente "orrore normativo" che si è riusciti a  confezionare! 



Il testo pubblicato on line sul sito del Governo  presenta ancora delle evidenti imperfezioni e addirittura rimanda a norme non ancora in vigore: un esempio per tutti, l´art. 6 dedicato alla PEC che rinvia ad un DPR fantasma e, cioè,  al "decreto del Presidente della Repubblica 11 febbraio 2005, n. ?"...c´è da rimanere senza parole!



La firma elettronica viene ormai definita in maniera contraddittoria come "l´insieme dei dati in forma elettronica, allegati oppure connessi tramite associazione logica ad altri dati elettronici, utilizzati come metodo di autenticazione informatica", e fin qui ci siamo, ma l´autenticazione informatica diventa (secondo una rivoluzione dell´ultimo minuto) "la validazione dell´insieme di dati attribuiti in modo esclusivo ed univoco ad un soggetto, che ne distinguono l´identità nei sistemi informativi, effettuata attraverso opportune tecnologie al fine di garantire la sicurezza dell´accesso"!



C´è da impazzire dietro a definizioni così contorte! In sede di ultima approvazione, il Governo, invece di seguire i consigli di chiarezza e precisione del Consiglio di Stato, è riuscito a fare peggio di prima!



[  [1] 2  3     Successiva »   ]

Pagine Totali: 3

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter