Adobe porta l’editing delle foto Raw in Lightroom anche su Android

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 10 Novembre 16 Autore: Stefano Fossati
Adobe ha rilasciato il nuovo aggiornamento 2.2 della sua app di foto editing Lightroom per Android, introducendo un’importante funzionalità che potrà consentire a molti utenti professionali di fare affidamento sul tablet, senza passare dal personal computer, per elaborare le loro immagini: la possibilità di lavorare file in formato Raw.

Se infatti la maggioranza degli utenti “generici” utilizza il formato Jpeg per le foto, i fotografi professionisti e molti appassionati preferiscono il Raw – supportato dalle fotocamere di fascia alta e anche da alcuni smartphone top di gamma – per la superiore qualità delle immagini e la maggiore flessibilità in sede di editing, nonostante i progressi nella precisione delle foto in formato Jpeg resi possibili dai sensori dei dispositivi di ultima generazione.

Adobe porta l’editing delle foto Raw in Lightroom anche su Android - immagine 1

In sintesi, il formato Raw, conservando i dati delle foto catturate dal sensore senza interpolazioni da parte dell’apparecchio fotografico, consente infatti di elaborare successivamente in studio parametri come esposizione e bilanciamento del bianco senza perdite di qualità. Diversamente, il formato Jpeg processa questi dati subito dopo lo scatto, scartando quelli non necessari per generare l’immagine: il file occuperà quindi meno spazio in memoria rispetto a quelli in formato Raw, ma la successiva elaborazione del file non potrà essere altrettanto precisa, non potendo contare sui dati originali non conservati nel file Jpeg.

Fino a pochi mesi fa Lightroom supportava il formato Raw solo in Windows e macOS; dallo scorso giugno la funzionalità è stata introdotta in ambito mobile dalla relativa app per iOS e ora il processo viene completato con la versione per Android. Adobe avverte peraltro che, su entrambe le piattaforme mobili, l’editing di file Raw è ancora in fase di “technology preview”: consigliabile quindi conservare sempre una copia di backup dell’immagine originale prima di maneggiarla con Lightroom sul tablet. Inoltre, sebbene l’app per il mobile sia gratuita, bisognerà pagare un abbonamento (a partire da 10 dollari al mese) per abilitare l’editing in formato Raw e la possibilità di sincronizzare le proprie foto fra dispositivo mobile, pc e la versione web di Lightroom.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Digital Imaging

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE