“Pensa prima di condividere”: ecco come proteggere la privacy sui social

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 04 Novembre 16 Autore: Stefano Fossati
La “febbre da condivisione” di fotografie, video e informazioni personali, innescata da social network e piattaforme di messaggistica, in molti casi mette a rischio i dati sensibili degli utenti senza che questi ultimi se ne rendano conto, se non quando i danni sono ormai irreparabili. Così, per sensibilizzare i frequentatori dei social media su cosa convenga o meno mettere in piazza online, il ministro della Giustizia Andrea Orlando e la responsabile Relazioni Istituzionali di Facebook Italia Laura Bononcini hanno presentato a Roma l´iniziativa “Pensa prima di condividere”, una serie di linee guida per l´utilizzo consapevole di questi strumenti e per la sicurezza online presentate.

“Pensa prima di condividere”: ecco come proteggere la privacy sui social - immagine 1

Uno dei maggiori rischi, per gli utenti dei social network più diffusi come lo stesso Facebook ma anche YouTube, Flikr o Twitter, riguarda infatti la progressiva perdita della propria privacy, fino ad arrivare a casi di diffamazione o violazione del copyright. Mantenere il controllo sui propri dati rappresenta l´unico modo per garantire la protezione della propria identità digitale. Un sistema di tutele legali di protezione di questi dati per funzionare deve essere accompagnato da un uso consapevole dei social media: per questo Facebook assieme a MediaSmarts, Ifos e ministero della Giustizia ha stilato una serie di suggerimenti per combattere fenomeni come bullismo e cyberbullismo che crescono proprio attraverso le reti sociali.

La guida, ispirata a un testo canadese, spiega quali possono essere le conseguenze quando si condividono, si ripubblicano, si diffondono foto e video, quando di postano commenti che possono offendere e ferire, o come rimediare a una scelta sbagliata. Prima della pubblicazione, i contenuti sono stati sottoposti a un gruppo di ragazzi tra i 12 e i 17 anni che, con le loro osservazioni, hanno collaborato alla versione finale del prodotto. “Pensa prima di postare” è il ritornello della canzone rap composta dai ragazzi e che si può ascoltare all´interno della guida, un pacchetto multimediale che può essere aggiornato nel tempo che contiene anche una storia e un video scaricabile da un link.



"Un´iniziativa – spiega il ministro Orlando - che permette al ministero di fare un lavoro sulla prevenzione e non solo sul fronte sanzionatorio. È un lavoro utilissimo che aiuta a tutelare non solo i nostri ragazzi ma anche gli adulti da mezzi come i social media che se non utilizzati correttamente hanno un impatto enorme sull´identità degli individui".
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE