Caricabatteria wireless... coi raggi luminosi!

Naviga SWZ: Home Page » Tech
News del 21 Gennaio 15 Autore: Pinter
Caricabatteria wireless... coi raggi luminosi!
La tecnologia della ricarica senza fili sta facendo continui progressi con soluzioni a volte innovative e a volte più conservative: la ricarica a raggi luminosi che sta studiando la Microsoft potrebbe essere una di queste.

Lo smartphone dovrebbe integrare un pannello solare, che servirà ad immagazzinare l’energia recuperata dal raggio luminoso emesso dal sistema di ricarica. La base è composta da quattro distinti elementi: una fonte luminosa, in grado di emettere un fascio luminoso, una prima fotocamera che monitora una superficie, un attuatore meccanico per posizionare correttamente la fonte luminosa e una seconda fotocamera ed un sistema di controllo che gestisca i movimenti e l’accensione o spegnimento della fonte luminosa.

Il primo prototipo funzionante è ancora molto rozzo; lo smartphone utilizza un pannello solare separato per la ricarica, ma quello che interessa è l’effettivo funzionamento. La fotocamera cattura immagini in modo continuo e le passa al controller che riconosce se nell’immagine è presente o meno uno smartphone. L’attuatore meccanico muove la fotocamera in continuazione per coprire l’intera superficie designata e posiziona correttamente la fonte luminosa e la accende, permettendo al dispositivo di ricaricarsi.

Caricabatteria wireless... coi raggi luminosi! - immagine 1
Lo smartphone ricevente utilizzerà un LED per comunicare alla base di ricarica il completamento dell’operazione, il sistema provvederà quindi a spegnere il fascio luminoso e continuerà con il funzionamento normale.

I ricercatori assicurano che il tempo di ricarica ottenuto con questo sistema è equivalente a quello ottenuto con un tradizionale caricatore da parete. Anche i tempi di riconoscimento di un dispositivo da caricare sono molto ridotti, il sistema riconosce lo smartphone in meno di un secondo.

I difetti: va tenuto conto che la fonte luminosa potrebbe creare problemi di surriscaldamento o scottature alle persone, specialmente ai bambini.
Va considerato che è improponibile utilizzare un simile sistema in camera, vista l’intensità luminosa generata dal dispositivo.
Difficilmente sarà possibile portarlo in viaggio, ed è necessario che nessun oggetto si frapponga tra lo smartphone e la fonte luminosa, e ovviamente lo smartphone deve sempre essere tolto da tasche o borse per essere appoggiato sulla superficie controllata.

Caricabatteria wireless... coi raggi luminosi! - immagine 2

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate