Intel presenta i suoi strumenti di sviluppo per Android

Naviga SWZ: Home Page » Articoli
Articolo del 26 Novembre 14 Autore: Rostor
Categoria: hardware
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Intel presenta i suoi strumenti di sviluppo per Android - immagine 1  

Una delle caratteristiche più interessanti dellecosistema delle applicazioni per dispositivi basati sul sistema operativo mobile Android è la grande opportunità per gli sviluppatori di entrare con successo in un mercato leader e in continua evoluzione.

Per uno sviluppo di applicazioni Android personalizzato e scalabile è possibile affidarsi a Intel® Integrated Native Developer Experience (Intel® INDE), una suite di sviluppo multi piattaforma che comprende un insieme di strumenti e librerie per la realizzazione di applicazioni native per i dispositivi Android OS basati sui processori Intel®.

La suitesi installa con pochi e semplici passi. I requisiti minimi di sistema richiesti sono Microsoft Windows 7 a 64 bit, oppure Windows 8 / 8.1, 4 GB di RAM e 6 GB di spazio libero sul disco.

Il pacchetto di installazione comprende Google Android SDK per Java, Android NDK per C++, Android Design, Apache ANT e in aggiunta l’integrazione con l’ambiente di sviluppo di Microsoft Visual Studio.

Anche se i dispositivi x86 fanno un ottimo lavoro di interpretazione del codice ARM è possibile con facilità ottimizzare le applicazioni per avere una migliore velocità di esecuzione, con un minore consumo della batteria.

Un primo passo fondamentale per l’ottimizzazione è aggirare la virtualizzazione in fase di esecuzione dell’applicazione. Non occorre far altro che aprire in un editor il file jni/Application.mk e modificare la variabile APP_ABI.

Solitamente la variabile ha il seguente valore:

APP_ABI := armeabi armeabi-v7a

Per aggiungere il supporto alle architetture x86, occorre modificare il valore aggiungendo la stringa x86 nel modo che segue e il gioco è fatto:

APP_ABI := armeabi armeabi-v7a x86

L’aggiunta di una versione compilata per l’architettura x86 può aumentare il peso dell’applicazione e Google Play non accetta software di peso superiore ai 50 MB. E’ essenziale dunque porre grande attenzione a questo limite in fase di progettazione e affidarsi se necessario ai file di espansione per archiviare asset APK aggiuntivi. In questo modo è possibile raggiungere dimensioni fino a 2 GB.

Un altro aspetto importante è la possibilità di utilizzare librerie esterne a prescindere dall’architettura e per avere una gestione flessibile in fase di compilazione, basta modificare il file Android.mk, aggiungendo la condizione:

ifeq ($(TARGET_ARCH_ABI), x86)

Ci sono poiulteriori metodi per l’ottimizzazione delle applicazioni Android in termini di prestazioni e consumo di batteria. Il massimo sfruttamento delle caratteristiche hardware di smartphone e tablet che hanno ormai molto spesso chip multi-core è uno di questi.

Inoltre gestire al meglio i System Call migliora le performance delle applicazioni: combinare differenti azioni ed evitare transizioni inutili dallo stato attivo a quello di idle e riduce di molto i System Call.

Essenziale è quindi l’ottimizzazione del codice attraverso l’utilizzo di istruzioni vettoriali quali SSE e AVX che riducono i consumi di batteria e la gestione corretta delle conversioni di formati grafici quando risultano inutili, che mette in atto un notevole risparmio di memoria.

Una fase fondamentale per lo sviluppo di applicazioni è quella di debug. Intel®, per le applicazioni native x86 mette a disposizione l’Hardware Accelerated Execution Manager (HAXM), un emulatore che utilizza la tecnologia Intel® VT-x integrata in tutti i processori di ultima generazione e che può essere abilitata dal BIOS nel caso in cui non sia attiva.

Infine, per coloro che necessitano di lavorare su grandi schermi Intel® propone la tecnologia WiDi (Wireless Display), attraverso cui è possibile collegare i disposti Android a monitor esterni senza la necessità di cavi.

Intel presenta i suoi strumenti di sviluppo per Android - immagine 2

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate