Microsoft ammette: Windows 10 cresce meno del previsto. Colpa del tracollo di Windows Phone

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 18 Luglio 16 Autore: Stefano Fossati
A un anno dal lancio di Windows 10, Microsoft è costretta a rivedere l’obiettivo di conquistare un miliardo di utenti entro il giugno 2018, traguardo che la casa aveva indicato fino a oggi per il suo nuovo sistema operativo, rilasciato il 29 luglio dello scorso anno.

"Siamo lieti dei nostri progressi fino ad oggi, ma a causa della focalizzazione della nostra attività hardware nel settore dei telefoni, ci vorrà più tempo della fine di giugno 2018 per raggiungere il nostro obiettivo di un miliardo di dispositivi attivi al mese", ha spiegato un portavoce del gruppo di Redmond. Il traguardo del miliardo di utenti in poco meno di tre anni era stato indicato dalla dirigenza Microsoft per la prima volta in occasione della conferenza per gli sviluppatori Build 2015, con la precisazione che questo numero avrebbe ricompreso tutte le varie versioni di Windows 10 per i diversi dispositivi: pc desktop, notebook, tablet, smartphone, console Xbox, occhiali per la realtà aumentata HoloLens, sistemi di videoconferenza Surface Hub, dispositivi Internet of Things.

Microsoft ammette: Windows 10 cresce meno del previsto. Colpa del tracollo di Windows Phone - immagine 1

Anche se gli stessi manager avevano precisato che la maggioranza delle installazioni sarebbe stata su pc e tablet, a Redmond ci si aspettava comunque un contributo significativo dagli smartphone nella diffusione del sistema operativo. Invece, il tracollo della quota di mercato dei dispositivi Windows Phone ha costretto Microsoft a ridimensionare pesantemente le proprie ambizioni nel mercato del mobile, fino all’ammissione che quest’ultimo non rientra più fra le priorità dell’azienda per il 2016. Stando ad alcuni rumors, il gruppo potrebbe lanciare un “Surface Phone” basato su Windows 10, ma non prima del prossimo anno; in ogni caso, se anche l’indiscrezione si concretizzasse, si tratterebbe di un prodotto di nicchia indirizzato essenzialmente al mercato business, con l’obiettivo di mostrare le potenzialità della funzione Continuum del sistema operativo.

Il prossimo 29 luglio termina la possibilità, per gli utenti di Windows 7 e 8/8.1, di scaricare gratuitamente l’aggiornamento a Windows 10, ma questo non dovrebbe impattare più di tanto sulla crescita della diffusione di quest’ultimo, dal momento che Microsoft punterà più che altro sulle licenze legate ai nuovi pc venduti.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Windows

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE