Partorisce in un Internet cafè. Dopo il parto riprende a giocare

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 20 Maggio 15 Autore: Pinter
Partorisce in un Internet cafè. Dopo il parto riprende a giocare
Come sicuramente sapete, il mondo videoludico non è solamente caratterizzato da sviluppatori che annunciano il nuovo prodotto della propria casa, conferenze stampa, gameplay... 

Riportiamo il caso di una giovane videogiocatrice residente in Cina e appassionata di videogiochi online. La ragazza, dopo aver litigato con alcuni famigliari, ha deciso di recarsi in un Internet Cafe e attendere l´arrivo del proprio fidanzato mettendosi di fronte a uno dei tanti PC disponibili in sala. Incinta e ormai al termine della gravidanza, la ragazza comincia ad accusare dolori e contrazioni, situazione poi trasformatasi in un vero e proprio parto all´interno del sopra citato Internet Cafe.

Dopo essere stata aiutata da alcuni clienti, la giovane ha dapprima rifiutato di pulirsi con l´acqua calda offerta dai gestori e di seguito è tornata alla sua postazione di gioco per terminare la partita in sospeso. Il bambino è stato comunque soccorso dai presenti, tenuto al caldo e consegnato alle cure degli esperti giunti con l´ambulanza.

In ogni caso la storia ha dell’incredibile e mette in evidenza ancora una volta un lato un po’ oscuro del gaming online: la possibile formazione di una forte dipendenza.

Ovviamente ricordiamo di come sia inutile demonizzare il gaming in generale e di come tutte le dipendenze (anche quelle verso gli alcolici, per fare un esempio citandone una molto diffusa) siano nella stragrande maggioranza dei casi da collegare a situazioni di disagio, predisposizione e scarsa di capacità di controllo.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE