Il nuovo malware Wirenet.1 prende di mira OS X e Linux

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 04 Settembre 12 Autore: Gianplugged
Il nuovo malware Wirenet.1 prende di mira OS X e Linux
Un nuovo malware denominato BackDoor.Wirenet.1 prende di mira i sistemi Mac OS X e Linux. Il virus è in grado di permettere il furto di password salvate nei principali browser Internet come Chrome, Firefox e Opera. Inoltre è in grado di ottenere le password da programmi quali SeaMonkey, Pidgin e Thunderbird. Anche se gli utenti non utilizzano tali applicazioni, il malware è comunque in grado di procurare danni utilizzando un keylogger incorporato.

Attualmente le informazioni riguardanti Wirenet.1 sono frammentarie e non è chiaro quanto il malware sia diffuso. L´azienda russa di sicurezza Dr. Web che ha scoperto il malware - e che aveva già identificato le  ultime  varianti  del  famigerato  Flashback - ha dichiarato che il codice del virus si installa nella home dir dell´utente sotto il nome di "WIFIADAPT". Il programma utilizza l´algoritmo Advanced Encryption Standard (AES) per comunicare con il suo server di controllo che ha IP 212.7.208.65. Un primo passo per difendersi dal malware è quindi quello di bloccare questo indirizzo.

Wirenet.1, seppure fino ad ora decisamente in tono minore, evoca la brutta esperienza accaduta nell´aprile scorso con Flashback, quando due varianti del malware erano tornate a colpire i Mac arrivando a infettare centinaia di migliaia di macchine in tutto il mondo, tanto da costringere Apple a rilasciare una  serie  di  aggiornamenti  di  sicurezza  per  OS  X.

Ulteriori dettagli relativi a Wirenet.1 sul sito di Dr. Web, a questo indirizzo:

http://news.drweb.com/show/?i=2679&lng=en&c=14
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: Sicurezza

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE