L´84% di Facebook Inc. è mio

Naviga SWZ: Home Page » News
News del 13 Luglio 10 Autore: Gianplugged
L´84% di Facebook Inc. è mio
Tre giorni fa, il fondatore di Facebook Mark Zuckerberg era tranquillamente a cena in un locale negli USA, quando si è visto consegnare al tavolo una lettera di denuncia.

La notizia era trapelata in Rete e in questi giorni, sono stati in molti a domandarsi quale fosse il contenuto di quella lettera e chi ne fosse il mittente misterioso, che deve aver rovinato l´appetito al giovane Zuckerberg.

Adesso l´identità del mittente potrebbe essere venuta a galla e rischia di guastare al CEO del Social Network  parecchie altre cene.

Se non si tratta di una mera coincidenza infatti, il Web Designer Paul D.Ceglia, un vecchio collaboratore di Zuckerberg, proprio in questi giorni ha presentato una denuncia presso la corte dello Stato di New York contro il CEO Facebook.

Ceglia, rivendica niente meno che l´84% della proprietà delle azioni di Facebook Inc.

Le pretese di Ceglia si basano su un contratto stipulato il 28 Aprile 2003, secondo il quale al denunciante, in cambio di lavori di sviluppo Web, sarebbe spettato un compenso iniziale di 1.000 dollari e una percentuale progressiva delle quote societarie per ogni giorno successivo fino al varo del progetto, che nell´accordo viene denominato "The Face Book" .

Munitosi di calcolatrice (e di avvocato), Ceglia avrebbe dunque calcolato la percentuale di Facebook Inc. che ritiene di sua spettanza: l´84%, appunto.

Ceglia è già riuscito a ottenere il congelamento delle azioni e dei beni della Inc.

Certo se questo vecchio scheletro nell´armadio sbucato dal passato di Zuckerberg dovesse avere la meglio, si tratterebbe di una causa a dir poco clamorosa.
Inserisci un commento sul forum Commenta la News sul Forum

Voto:

Categoria: P2P e Web

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE