Microsoft e Samsung gli smartphone che ‘prendono meglio’. L’iPhone? Un disastro

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 07 Settembre 16 Autore: Stefano Fossati
Nel valutare gli smartphone attualmente sul mercato, di solito si considerano parametri come la velocità di esecuzione delle app in multitasking, la risoluzione del display e della fotocamera, la memoria interna o la potenza dell’audio, tralasciando un fattore importante nell’utilizzo di un dispositivo che, oltre a essere un telefono, necessita di essere praticamente sempre connesso: la capacità di “agganciare” il segnale della rete mobile anche in condizioni di scarsa copertura. A colmare questa lacuna è ora uno studio commissionato dalle authority sulle telecomunicazioni di Svezia, Danimarca, Norvegia e Finlandia alla danese Aalborgs University. I ricercatori hanno testato a questo scopo 26 modelli di smartphone fra i più diffusi attualmente sul mercato.

Microsoft e Samsung gli smartphone che ‘prendono meglio’. L’iPhone? Un disastro - immagine 1

Il migliore, sotto l’aspetto della connettività, è risultato essere il Microsoft Lumia 640, un modello che forse non è fra i più “trendy” del momento ma almeno ha il pregio di non “perdere il segnale” facilmente: ha infatti ottenuto il massimo punteggio sotto la rete LTE in banda 800 MHz, ma ha raggiunto risultati più che rispettabili anche con le reti LTE a 1800 e 2600 MHz. Al secondo, terzo e quarto posto si piazzano rispettivamente i Samsung Galaxy S6 Edge+, Galaxy S7 Edge e Galaxy S7, che condividono la stessa parte telefonica. Un po’ a sorpresa, nella top ten non figura nemmeno uno smartphone Apple: il migliore, l’iPhone SE (paradossalmente il modello più “povero” della gamma) figura all’11mo posto, superato fra gli altri da Microsoft Lumia 950, Huawei P9 e Nexus 5X; l’iPhone 6 e l’iPhone 6S si piazzano rispettivamente in 13ma e 14ma posizione, meglio comunque dell’iPhone 6S Plus che non va oltre la 17ma.

Microsoft e Samsung gli smartphone che ‘prendono meglio’. L’iPhone? Un disastro - immagine 2

Lo studio ha inoltre preso in considerazione la resa di ogni smartphone nelle chiamate vocali quando viene impugnato con la mano destra, con quella sinistra e in vivavoce: qui a imporsi sono l’HTC Desire 626 nel test con la destra e il Doro PhoneEasy 530X in quello con la sinistra. Nemmeno in questo caso Apple eccelle, con l’iPhone 6S Plus 12mo nella prova con la mano destra e tutti i quattro iPhone testati nelle ultime posizioni per la resa nell’uso con la mano sinistra. L’iPhone 6S Plus risulta il peggiore anche nel test sotto la rete GSM in banda 900 MHz in assenza di interferenze causate dalle mani e dalla testa dell’utente.

Lo studio evidenzia come molti produttori, nel progettare le antenne degli smartphone, tengano in scarsa considerazione il modo in cui gli utenti impugnano i dispositivi, preoccupandosi di più di fattori estetici o dell’aspetto “premium” dei materiali. Non stupisce, da questo punto di vista, il primato di un dispositivo Microsoft, erede diretto della lunga tradizione Nokia nella ricerca delle migliori performance in termini di connessione alle reti cellulari.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

NOTIZIE CORRELATE