Google, boom per la Gboard su iOS. E presto anche su Android

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 16 Maggio 16 Autore: Stefano Fossati
Google sempre più popolare… grazie (anche) ad Apple. Lanciata solo giovedì scorso (dopo le anticipazioni dei mesi scorsi), in pochi giorni Gboard, la nuova tastiera di Google per iOS che integra una serie di funzionalità per facilitare le ricerche, è diventata in 24 ore l’app più popolare sull’App Store, essendo stata scaricata da 200mila utenti. E anche se, dopo il boom iniziale, il ritmo dei download ha registrato un certo rallentatmento, Gboard si avvia a diventare una delle app di maggiore successo per iOS, al pari di altre “G-app” come Gmail, Google Mappe, YouTube o Google Docs.

Google, boom per la Gboard su iOS. E presto anche su Android - immagine 1

Fra le funzionalità offerte, il tasto con la nota “G” di Google che, quando premuto, apre una finestra per cercare immagini, gif o emoji ma anche per effettuare ricerche sul web; inoltre il risultato della ricerca può essere incluso in un tap nella conversazione, se stiamo usando Gboard all’interno di una chat. E’ anche possibile restringere la ricerca solo a emoji e gif: ad esempio, digitando “dance” si può fare in modo che Gboard suggerisca una serie di emoji o gif legate al tema del ballo.

Per il momento, Gboard è disponibile solo in inglese, ma soprattutto solo per iOS, tanto che molti utenti Android si sono sentiti in qualche modo “abbandonati” da Google, quella stessa Google che di Android è proprietaria e sviluppatrice. Niente paura: anche se non ha specificato i tempi, il colosso di Mountain View, per bocca della product manager responsabile di Gboard, Bri Connelly, ha chiarito che l’app arriverà presto anche per la piattaforma mobile più diffusa al mondo. “In questo momento stiamo lavorando sul modo migliore per portare le stesse funzionalità su Android”, ha spiegato la manager a ProductHunt, aggiungendo che arriverà a breve anche il supporto multilingue: “Tutto è dovuto al fatto che la disposizione dei dizionari sulla tastiera richiede del tempo per essere implementata”.

Google, boom per la Gboard su iOS. E presto anche su Android - immagine 2

Il fatto che Google abbia voluto far debuttare la sua “tastiera con ricerca incorporata” su iOS prima che su Android ha un senso dal punto di vista prettamente commerciale: gli utenti Android sono naturalmente portati a fare comunque ricerche su Google (ogni smartphone e tablet Andoid presenta sulla home screen la barra di ricerca del colosso del search), ma questo non è altrettanto scontato su iPhone e iPad. Di qui la decisione di portare prima di tutto su iOS la tastiera in grado di “favorire” le ricerche sul proprio motore. Detto questo, la Gboard presenta delle indubbie comodità: gli utenti Android (e italiani) non dovranno comunque attenderle a lungo.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate