Will.i.am ci riprova con i gadget hi-tech: ecco Dial, lo smartwarch-telefono

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 16 Maggio 16 Autore: Stefano Fossati
Si chiama Dial ed è il nuovo smartwatch firmato non da Apple, né da Samsung e nemmeno da Sony, LG, Motorola, Huawei o qualunque altro brand tecnologico, bensì dal marchio i.am+ di Wii.i.am. Sì, quel Will.i.am: cantante, producer, dj, membro dei Black Eyed Peas e ultimamente anche tech guru (o almeno così si propone).

L’i.am+ Dial, come i più recenti smartwatch Samsung, integra al proprio interno le funzionalità telefoniche, così che non è richiesta la connessione a uno smartphone per effettuare e ricevere chiamate. Presentato in pompa magna nei giorni scorsi in un evento-concerto alla Royal Albert Hall di Londra, naturalmente con protagonista la popstar americana, il Dial è infatti dotato di una propria sim 3G (già, niente 4G…) e anche di connettività wi-fi, sebbene non manchi naturalmente il Bluetooth per il collegamento al telefono. Data la difficoltà di utilizzare i comandi touch sullo schermo AMOLED da 1,63 pollici, lo smartwatch può essere controllato attraverso comandi vocali grazie a un assistente digitale chiamato AneedA (si pronuncia più o meno “I need a…”, ovvero “ho bisogno di…”), che può anche essere “istruito” a chiamare un taxi, inviare tweet, scattare selfie…

Will.i.am ci riprova con i gadget hi-tech: ecco Dial, lo smartwarch-telefono - immagine 1

Il Dial integra infatti anche una fotocamera da 2 megapixel e una memoria di storage di 32 GB (meglio dell’iPhone “base”). Per uno smartwatch che porta il marchio di un musicista, non stupisce che, compreso nel prezzo, venga offerto un abbonamento illimitato e senza pubblicità a un servizio musicale online che dà accesso a oltre 20 milioni di brani, ascoltabili in streaming oppure scaricabili nella memoria del dispositivo senza incidere sul consumo di dati del proprio piano telefonico.

A proposito di prezzi, l’i.am+ Dial è offerto per ora in esclusiva dall’operatore 3 solo nel Regno Unito a partire da 19 sterline al mese (circa 24 euro) in abbinamento a un piano tariffario della durata di due anni da 25 sterline mensili (poco più di 30 euro). Al momento non si sa se e quando sarà distribuito al di fuori della Gran Bretagna, magari negli altri Paesi (come l’Italia) in cui è presente 3.



Il Dial non è comunque la prima iniziativa di Will.i.am nel mercato dei gadget tecnologici e in particolare dei dispositivi indossabili, anche se finora la sua carriera da imprenditore tecnologico non è stata fortunata quanto quella musicale. Poco meno di due anni fa ci provò con il Puls, una smartband che pure integrava la connettività 3G, distribuita dall’operatore britannico O2 e da quello statunitense AT&T senza però ottenere un grande riscontro di pubblico. In precedenza il musicista aveva lanciato con il suo brand la Foto.sosho, una bizzarra e ingombrante cover per iPhone che trasformava lo smartphone Apple in una fotocamera digitale da 14 MP dall’aspetto vintage: venne anch’essa snobbata dal pubblico, nonostante apparisse nel video della hit “Scream & shout” in cui Will.i.am duettò con Britney Spears (forse anche perché i prezzi partivano dall’equivalente di 250 euro?). Non hanno avuto migliore fortuna uno zainetto triangolare con integrati degli altoparlanti ad alta potenza (mai entrato in produzione) o la partnership annunciata più di un anno fa con Gucci proprio per la realizzazione di accessori “wearable” e “fashion”, che non ha portato alla realizzazione di alcunché di concreto.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate