Le donne amano conservare foto e video sullo smartphone. Ma non fanno nulla per proteggerli

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 09 Marzo 16 Autore: Stefano Fossati
Le donne amano conservare tonnellate di foto e video sul proprio smartphone, più di quanto facciano gli uomini; peccato, però, che ben poche applichino le più elementari misure di sicurezza per proteggerle. E’, in sintesi, il risultato di un’indagine condotta da Kaspersky Lab e B2B International, pubblicato in occasione della Festa della donna.

Dalla ricerca emerge che il 53% delle utenti di smartphone attribuisce più valore alle foto e ai video archiviati nel proprio dispositivo mobile che a qualsiasi altro file o addirittura allo stesso smartphone; tuttavia, sebbene oltre un quarto delle donne si preoccupi della sicurezza online di queste immagini, molte non si rendono conto di quanto possano essere vulnerabili. In particolare, le donne condividono più degli uomini le foto che le ritraggono (48% contro il 43% degli uomini) o che ritraggono persone conosciute (40% rispetto al 33% degli uomini) e una delle loro maggiori preoccupazioni, citata dal 29% delle intervistate, è la sicurezza di foto e video: una su tre teme che queste immagini possano essere condivise in maniera inappropriata o senza il proprio consenso, causando imbarazzo e problemi se ricevute dalla persona sbagliata (30%) e arrivando persino a danneggiare delle relazioni (31%).

Le donne amano conservare foto e video sullo smartphone. Ma non fanno nulla per proteggerli - immagine 1

Eppure, solo il 19% delle donne crede che il proprio dispositivo possa finire sotto il controllo di un cybercriminale, contro il 27% degli uomini: di conseguenza la maggioranza delle utenti non applica la benché minima misura di sicurezza elementare per proteggere le informazioni sensibili conservate sullo smartphone. Il 19% delle donne ammette di non utilizzare una password di accesso al dispositivo e il 14% non usa alcuna forma di protezione. Ad aggravare la situazione, il fatto che – stando a un’altra recente indagine – il 27% delle donne (contro il 20% degli uomini) rivela di non effettuare il backup dei propri dispositivi, rischiando così di perdere tutte le foto, i video e i file importanti anche nel caso in cui lo smartphone si rompa o venga rubato.

“Non sorprende che le donne e gli uomini usino in modi diversi i dispositivi connessi e attribuiscano un valore differente alle informazioni archiviate”, spiega Morten Lehn, Managing Director di Kaspersky Lab Italia; “Questi dispositivi giocano un ruolo importante nell’archiviazione e nella condivisione dei nostri ricordi felici e nel mantenimento delle nostre relazioni tramite email e messaggi. Le donne si preoccupano di più dell’impatto emotivo sugli altri nel caso in cui il proprio dispositivo venga rubato o hackerato. Le celebrità non sono le sole a preoccuparsi di cosa potrebbe accadere nel caso in cui le proprie immagini personali venissero esposte al pubblico. L’unico modo per impedire che questo accada è prendere semplici precauzioni di sicurezza per tenere al sicuro ciò che è più importante”.

Il consiglio, quindi, è quanto meno quello di proteggere l´accesso allo smartphone con password (o con impronta digitale, se il dispositivo lo consente) e criptare i dati in esso contenuti.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate