ZanzaMapp, l’app made in Italy per evitare le zanzare

Naviga SWZ: Home Page » Mobile
News del 11 Maggio 16 Autore: Stefano Fossati
Un’app per evitare le zanzare. Non parliamo delle tante, di dubbia efficacia, che promettono di tenere lontani i fastidiosi insetti emettendo “miracolosi” ultrasuoni, bensì di ZanzaMapp, una più pragmatica realizzazione di alcuni ricercatori dell’Università “La Sapienza” di Roma che, al contrario aiuta, gli utenti a tenersi lontani dalle zone maggiormente infestate dalle zanzare.

Sviluppata dalla startup universitaria GH e disponibile per Android, iOS e Windows Phone ma anche via web (zanzamapp.it), l’app si basa su una mappa di Google su vengono geolocalizzati gli insetti in modo da segnalare le aree in cui si concentrano maggiormente. Per farlo, ZanzaMapp sui avvale dei dati messi a disposizione da enti territoriali ed entomologi, primi fra tutti quelli del laboratorio Social Dynamics del dipartimento di Fisica e del gruppo di Medical Entomology del dipartimento di Sanità Pubblica e Malattie Infettive della stessa Sapienza, integrati dai contributi degli stessi utenti, che possono a loro volta inviare informazioni su eventuali zone “ad alto rischio” non ancora individuate nell’app.

ZanzaMapp, l’app made in Italy per evitare le zanzare - immagine 1

Oltre a consentire ai cittadini di stare alla larga dai luoghi in cui si rileva una forte presenza di zanzare, l’app può costituire uno strumento utile alle amministrazioni locali per l’individuazione delle aree prioritarie in cui concentrare gli interventi di prevenzione e disinfestazione. "I dati raccolti sono pubblici e possono essere scaricati (debitamente anonimizzati) da chi ne fa richiesta in vari formati aperti così da poter essere utilizzati da tutti i pubblici di riferimento - spiega Cesare Bianchi, ricercatore e co-fondatore di GH - sia a scopo di monitoraggio e coordinazione delle azioni di disinfestazione sia a scopo di analisi a fini entomologici e non solo".

Uno strumento in più per la gestione dell’emergenza Zika, il pericoloso virus diffuso proprio dalle zanzare in alcune zone del Sud America e di cui gli scienziati temono una possibile diffusione del contagio anche in Europa: se infatti un soggetto infetto, proveniente dall’America Latina, fosse punto da alcune specie di zanzare presenti dalle nostre parti, a partire dalla temuta zanzara tigre, queste potrebbero a loro volta trasmettere il virus alle persone che dovessero pungere successivamente.

La Community di SWZone.it

La community con le risposte che cerchi ! Partecipa é gratis !
Iscrizione ForumIscriviti al Forum

Newsletter

Vuoi ricevere tutti gli aggiornamenti di SWZone direttamente via mail ?
Iscrizione NewsletterIscriviti alla Newsletter

News Collegate